Crescita sostenibile: l’arcivescovo Delpini e l’economista Cottarelli si confrontano

A Cernusco una serata dedicata all’economia proposta dalla Fondazione Cernusco SMS

delpini cottarelli cernusco sul naviglio

E’ possibile sviluppare un modello di crescita sostenibile e di qualità? Il tema sarà al centro dell’incontro Quale economia ci dà futuro?, che si svolgerà il prossimo 20 febbraio alle 21 al cinema Agorà di Cernusco sul Naviglio. A discuterne due ospiti autorevoli: l’Arcivescovo di Milano monsignor Mario Delpini e l’economista Carlo Cottarelli, direttore dell’Osservatorio dei conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano.

La serata, promossa dalla Fondazione Cernusco SMS, fa parte delle iniziative organizzate per celebrare i cent’anni della Nuova Cooperativa Agricola Cernuschese e i settant’anni della Cooperativa Edificatrice Constantes.

ETICA ED ECONOMIA

La riflessione di Monsignor Delpini partirà dal rapporto tra Etica ed economia, un tema trattato dal Vaticano nel documento “Considerazioni per un discernimento etico” pubblicato l’anno scorso.

«Le tematiche economiche e finanziarie, mai come oggi, attirano la nostra attenzione, a motivo del crescente influsso esercitato dai mercati sul benessere materiale di buona parte dell’umanità – sottolinea il documento – Ciò reclama, da una parte, un’adeguata regolazione delle loro dinamiche, e dall’altra, una chiara fondazione etica, che assicuri al benessere raggiunto quella qualità umana delle relazioni che i meccanismi economici, da soli, non sono in grado di produrre».

TRASFORMAZIONI ECONOMICHE NECESSARIE

«Per uscire dalla stagnazione e dalla crisi che ha colpito l’Italia da un ventennio non c’è bisogno di una correzione al margine – ha dichiarato Carlo Cottarelli – ma di una trasformazione profonda del modo in cui opera l’economia italiana, volta ad aumentarne efficienza e competitività».

L’economista approfondirà questo tema nel suo intervento dedicato alle trasformazioni economiche necessarie per la crescita del nostro Paese.