L’Ecomuseo Martesana si allarga: l’ingresso di Segrate

La città si aggiunge agli altri 18 comuni impegnati nella valorizzazione del loro patrimonio culturale e paesaggistico

Segrate risponde all’appello e aderisce all’associazione Ecomuseo Martesana, costituitasi a maggio 2016 per coinvolgere in progetti di tutela del patrimonio culturale e paesaggistico i comuni che costituiscono la Zona Omogenea Adda Martesana.

GLI OBIETTIVI DELL’ECOMUSEO

Sono diverse le finalità dell’Ecomuseo, tra le quali la tutela del patrimonio storico, culturale e ambientale del Naviglio della Martesana e delle sue immediate vicinanze, la sensibilizzazione e la promozione dello sviluppo sostenibile presso le comunità locali, il rafforzamento delle reti di relazioni attraverso attività rivolte alla valorizzazione di buone pratiche inerenti la didattica, la cultura, lo sport, lo svago, la predisposizione di percorsi turistici e culturali volti a far conoscere il territorio, la toponomastica, le sue memorie e le sue risorse.

«ABBIAMO UN PATRIMONIO DA VALORIZZARE»

«Abbiamo espresso la volontà di entrare a far parte dell’Ecomuseo Martesana perché il suo modello organizzativo rappresenta uno strumento di marketing territoriale per la promozione del patrimonio ambientale, culturale e turistico dell’area e quindi anche della nostra città – ha affermato il sindaco Paolo Micheli –. Segrate ha un patrimonio di realtà straordinarie che non è mai stato adeguatamente valorizzato: l’Idroscalo, il Centroparco il Parco Alhambra, il Parco Europa, e luoghi di interesse culturale e architettonico come Cascina Commenda, Cascina Ovi, il Centro Verdi, la chiesetta di Sant’Ambrogio, la chiesetta di San Vittore e l’Oratorio del Santo Crocefisso».

«Le finalità contenute nello statuto dell’Ecomuseo e le attività proposte – ha aggiunto Gianluca Poldi, assessore alla Cultura – sono coerenti con quelle istituzionali dell’Amministrazione, in particolare, con i programmi e i progetti in materia di no-profit, cultura e tempo libero, e ne arricchiscono l’offerta nell’ambito degli eventi e delle iniziative rivolte alla cittadinanza».

GLI ALTRI COMUNI ADERENTI

All’associazione hanno già aderito altri 18 comuni: Bellinzago Lombardo, Bussero, Carugate, Cassina de’ Pecchi, Cernusco sul Naviglio, Cologno Monzese, Gessate, Gorgonzola, Grezzago, Inzago, Liscate, Melzo, Pessano con Bornago, Pozzo d’Adda, Pozzuolo Martesana, Rodano, Truccazzano, Vimodrone.