Controllo di vicinato a Gorgonzola: come prenderne parte

I cittadini potranno aderire all'iniziativa entro il 18 marzo

Il tema dei residenti che volontariamente si mettono a disposizione della comunità per monitorare il proprio quartiere e identificare possibili elementi di rischio è cominciato nel luglio 2018, quando Gorgonzola si è aggiunto ai 41 comuni della Città metropolitana di Milano che hanno sottoscritto il protocollo d’intesa per regolamentare il Controllo del Vicinato. Entro il 18 marzo i residenti potranno aderirvi.

COLLABORAZIONE NECESSARIA

«Anche il più costoso impianto di allarme è meno efficiente di un buon vicino di casa» ha dichiarato l’Amministrazione comunale, nell’invitare i cittadini a dare la propria adesione: la collaborazione tra vicini è fondamentale perché si instauri e si percepisca un maggior clima di sicurezza di cui dovrebbero beneficiare tutti i residenti ed in modo particolare le fasce più deboli come anziani e bambini. Il senso di vicinanza, unito alla certezza che al suono di un allarme, o di una richiesta di aiuto o di fronte a qualunque altra situazione “anomala” ci sia un tempestivo intervento del vicinato, fa sì che ci si senta maggiormente protetti all’interno della propria abitazione e della propria città, rafforzando allo stesso tempo i legami di appartenenza alla comunità.

«Gorgonzola ha la fortuna di avere sul proprio territorio una stazione dei Carabinieri, un comando di Polizia Locale e un gruppo di volontari della Protezione Civile che, al di là dei compiti istituzionali, si impegna in un’azione di presidio “di prossimità” che tutela i cittadini con azioni di prevenzione e dialogo che questo progetto valorizzerà ancor di più – ha sottolineato il sindaco Angelo Stucchi – Crediamo in questo progetto perché sviluppa il senso civico di appartenenza alla comunità e contrasta concretamente la percezione di insicurezza tramite la costruzione di una rete di rapporti umani».

PREVENZIONE E PARTECIPAZIONE

È un’iniziativa di sicurezza partecipata che si fonda su prevenzione, solidarietà sociale e partecipazione dei cittadini, con la fondamentale collaborazione e il supporto delle Forze dell’ordine operanti sul territorio. I cittadini sono chiamati in causa come parte attiva nell’osservare e comunicare alle Forze dell’Ordine, con modalità strutturate, le situazioni e gli eventi attinenti alla sicurezza urbana e al degrado sociale che dovessero verificarsi nel proprio quartiere.

«Anni fa, con una città più piccola anche in termini di popolazione, il controllo di vicinato era un meccanismo naturale perché, bene o male, ci si conosceva tutti. Oggi che Gorgonzola è cresciuta e sono cambiati i tempi e i ritmi di vita dei suoi abitanti, ognuno di noi è chiamato a fare la sua parte; senza cambiare la propria vita ma dando valore di presidio al proprio vivere quotidiano – ha spiegato il vicesindaco Ilaria Scaccabarozzi -. Ogni persona è un guardiano naturale del territorio del proprio condominio, della via o piazza di residenza o di lavoro o dei luoghi di aggregazione che frequenta maggiormente – per come lo vive».

COME ADERIRE

Per iscriversi basterà compilare il modulo di adesione, scaricabile online dal sito istituzionale , ritirarne copia cartacea presso lo Sportello polifunzionale “Città in Comune” o presso il Comando di Polizia Locale negli orari di apertura.

Una volta compilato, il modulo potrà essere inviato all’indirizzo e-mail polizia.locale@comune.gorgonzola.mi.it o riconsegnato presso lo Sportello polifunzionale o la Polizia Locale entro lunedì 18 marzo.

 

Augusta Brambilla