Cattivi odori a Gorgonzola: bonificati i terreni dei roghi

Risolto il mistero dell'odore di bruciato segnalato dai cittadini: colpa della poca ventilazione

Negli scorsi giorni si sono susseguite diverse segnalazioni di cattivi odori da parte dei cittadini di Gorgonzola, e una volta individuata la causa – i resti di alcuni roghi in Cascina Vergani che, a causa della poca ventilazione, avevano pervaso la zona – la Protezione Civile di Città Metropolitana, su segnalazione della Protezione Civile di Gorgonzola, si è attivata per risolvere la questione.

L’IMPEGNO DEI VOLONTARI

Attraverso l’attività di bonifica dei roghi nei terreni agricoli è stata messa la parola fine al cattivo odore nell’aria. I circa trenta volontari delle squadre di Gorgonzola, Bussero, Cassano d’Adda, Segrate e Basiano-Masate, con attrezzature manuali e automezzi, si sono adoperati nello smuovere, spianare e bagnare ulteriormente ceneri e carboni ardenti che continuavano a bruciare a causa delle temperature elevate raggiunte.

I VVF

L’intervento dei Vigili del Fuoco, avvenuto domenica 20 gennaio con il rilascio di una cisterna d’acqua, aveva spento gli incendi eliminando le fiamme ma non raffreddato a sufficienza le sterpaglie che continuavano lentamente la combustione sprigionando il fumo causa del cattivo odore segnalato dai cittadini.

«Abbiamo completato la combustione segnalata dalla presenza di fumo e bonificato l’area per la messa in sicurezza e il ripristino dello stato dei luoghi – ha spiegato Luca Graniello, coordinatore della Protezione Civile di Gorgonzola -. Da quello che abbiamo potuto riconoscere tra le ceneri sono stati dati alle fiamme materiali lignei come ramaglie e bancali ma anche lana di roccia, isolante naturale incombustibile».

 

Augusta Brambilla