Bussero, al buio via Milano: si tratta di un atto doloso

Dopo Via Don Carugo è toccato a via Milano. In corso le indagini delle forze dell'ordine per capire la natura dei sabotaggi

Altro che luminarie di Natale, quella dei blackout all’illuminazione pubblica di questo ultimo mese a Bussero è una vera e propria maledizione. Dopo via Kennedy, al buio per giorni a causa di un guasto e del successivo rimpallo di responsabilità tra Enel Energia, proprietaria dell’infrastruttura e Enel Sole, abilitata ad operare sulle linee e il conseguente disagio per i cittadini, le luci nelle scorse settimane si sono spente per altre due vie, ma questa volta -si legge in una nota diffusa dall’Amministrazione Comunale- a causa di atti dolosi.

I DUE BLACKOUT

Si tratterebbe di una manomissione volontaria, non si sa ancora se in relazione ad un atto vandalico o a un tentativo di creare condizioni di scarsa visibilità. Su questo sono in corso le indagini delle forze dell’ordine, che sono state allertate immediatamente dagli uffici comunali. Via Milano ancora al buio nel punto che va dall’incrocio con via Carducci fino a Via Bologna e il tratto di pista ciclabile che collega Bussero a Cernusco e stessa sorte solo qualche settimana fa per Via Don Carugo e Parco della Pace.

STESSA MANO O EPISODI ISOLATI?

Non è ancora chiaro se si tratti di atti vandalici o di un sabotaggio volontario per creare appositamente situazione di scarsa visibilità, quel che è certo è «che non vogliamo creare inutili allarmismi -fanno sapere da Piazza Diritti dei Bambini- ma invitiamo i cittadini prestare la massima attenzione e a segnalare tempestivamente eventuali altri episodi di interruzione dell’illuminazione pubblica compilando il modulo alla sezioni “contattaci” del sito web del Comune di Bussero www.comune.bussero.mi.it»

«Entrambi gli interventi– ha dichiarato il Sindaco Curzio Rusnatisono stati immediatamente denunciati ai Carabinieri che ci hanno confermato la natura dolosa degli atti, non nuovi purtroppo all’attenzione delle forze dell’ordine. Purtroppo questi episodi avvengono in una fase di passaggio tra aziende per la gestione dell’illuminazione pubblica e ciò spesso non facilita la tempestività nel ripristino della riparazione. L’amministrazione è costantemente in contatto con le due aziende per sollecitare l’intervento risolutivo nel più breve tempo possibile, anche nei giorni di festa. La situazione –assicura Rusnati- dovrebbe tornare alla normalità nel giro di qualche giorno».