Picchiano selvaggiamente un uomo sul treno: arrestato ragazzo di Brugherio

L'uomo era colpevole di averli rimproverati per il loro comportamento. Arrestati tre giovani tra i 18 e i 25 anni

È accaduto sul regionale Paderno/Robbiate – Porta Garibaldi, all’altezza della stazione di Monza, venerdì mattina: cinque giovani sono sdraiati sui sedili, ne occupano intere file e il convoglio è davvero pieno, così un uomo di 55 anni – in compagnia della moglie – li rimprovera, chiedendo loro di lasciare posto anche agli altri.

LA VIOLENZA

I ragazzi reagiscono con forza e lo picchiano selvaggiamente, fratturandogli l’orbita oculare sinistra e uno zigomo. Sulla carrozza si scatena il panico, le persone cercano di uscire.
A salvare l’uomo un poliziotto fuori servizio, che riesce a raggiungere l’uomo sanguinante mentre un giovane ancora lo sta malmenando sotto gli occhi della moglie in lacrime, tenendo alla larga gli assalitori e chiedendo l’intervento della Polfer. I ragazzi colpiscono nuovamente l’uomo una volta scesi dal treno, ma poi, fortunatamente, vengono fermati dagli agenti.

GLI ARRESTI

Ad essere arrestati con l’accusa di lesioni gravi e interruzione di pubblico servizio tre giovani italiani, tra cui T.A., un 25enne di Brugherio (gli altri ragazzi sono di Torino e Lesmo). Altri due 21enni romeni sono stati invece denunciati a piede libero per concorso morale nell’aggressione e interruzione di pubblico servizio. Tra di loro, anche una ragazza.

L’uomo potrebbe dover subire un intervento al volto.