Coldiretti Milano spiega come proteggere fiori e piante dal freddo

Il decalogo dell'associazione per preservare le piante durante l'inverno milanese

Dopo un autunno bollente, classificato come uno dei più caldi negli ultimi due secoli, sta arrivando la stagione fredda. Con lei arriva il momento di proteggere fiori e piante che hanno rallegrato i nostri terrazzi estivi: come fare? Ecco i preziosi consigli della Coldiretti.

RICETTE NATURALI PER CURARE FIORI E PIANTE

Secondo i dati della Coldiretti di Milano, un milanese su due ha fiori o piante da curare sul balcone o in giardino. Il libro Spunti antichi per donne moderne – Dialogo tra città e campagna offre consigli per prendersi cura delle proprie piante. Scritto dal gruppo Donne Impresa della Coldiretti e presentato in occasione di Bookcity Milano 2018, contiene preziosi suggerimenti: dal detergente naturale a base di acqua e latte per le foglie, ai fondi di vino per accrescere le proprietà rinvigorenti della terra, al “cocktail” di latte e miele per rinverdire le foglie.

«L’interesse per il verde domestico è confermato dal fatto che nove italiani su dieci sostengono che la sua presenza dà piacere e ha anche una funzione antistress. La preferenza va alle piante aromatiche (56%) e ai fiori in vaso (48%) – ha spiegato la Coldiretti – Nell’area metropolitana di Milano si concentra il 16% di tutte le oltre seimila imprese della filiera del verde in Lombardia e il 20 per cento di quelle che si occupano di gestione del paesaggio».

IL DECALOGO CONTRO IL FREDDO

Ed ecco i consigli degli esperti di Coldiretti per proteggere le piante durante il periodo invernale.

Le regole base per tutti gli ambienti, sia interni che esterni:

  • Valutare con attenzione le dimensioni del vaso in funzione del tipo di essenza scelta;
  • Scegliere la posizione della pianta in base all’esposizione alla luce solare diretta o di quella filtrata dalle finestre. Nel caso di esterni, valutare anche l’esposizione a vento e intemperie;
  • Concimare regolarmente. Si possono anche usare fondi di caffè distribuiti omogeneamente nella terra, i gusci d’uovo tritati finemente e i fondi di vino.

Per le piante che rimangono all’esterno:

  • Mettere i vasi direttamente a terra, se possibile isolandoli dal pavimento, ma evitando di lasciarli in posizione troppo elevata, dove sono più esposti alla corrente fredda;
  • Tenere la terra asciutta e innaffiare solo quando necessario, evitando il ristagno d’acqua;
  • Coprire la pianta con uno strato di tessuto-non tessuto, evitando la plastica.

Per le piante che trascorreranno l’inverno in casa:

  • Evitare i ristagni i ristagni idrici quando si usano vasi e coprivasi per non far marcire le radici;
  • Per evitare la formazione di microrganismi nell’acqua, aggiungere 1 o 2 compresse di aspirina effervescente;
  • Versare due volte al mese nella terra un bicchiere di latte in cui è stato sciolto un cucchiaio di miele per rinverdire le piante;

Lucidare le foglie passando una spugna imbevuta in una soluzione di acqua e latte in parti uguali.

 

Sara Brunelli