Le mense scolastiche di Bussero si rifanno il look

Tante novità per migliorare l'esperienza scolastica

Non ci sono più scuse. Anche i bambini più reticenti a mangiare in mensa ora dovranno ricredersi.
Si tratta un maxi investimento dell’azienda Vivenda Spa, a pochi mesi dall’aggiudicazione dell’appalto di ristorazione scolastica, del valore complessivo di 200.000 euro che vedrà importanti novità nei centri cottura dell’Istituto Comprensivo “Monte Grappa” e del nido di Viale Europa.

LE NOVITÀ

Un nuovo forno, più moderno e tecnologicamente avanzato, fuochi nuovi, celle frigorifere negative e e positive, nuovi utensili e attrezzature: sono solo alcune delle migliorie introdotte, che andranno a completare e a corredare una cucina che potrà arrivare a soddisfare una capacità produttiva di oltre 1500 pasti giornalieri, ben oltre i 550 che attualmente vengono erogati. Anche gli ambienti della sala sono stati completamente riqualificati, grazie alla ritinteggiatura delle pareti e all’installazione di pannelli fonoassorbenti, in grado di ridurre i rumori e rendere così ancora più confortevole e funzionale il momento del pasto, sempre di più è inteso come luogo educativo e fondamentale per la socializzazione degli alunni.

L’INAUGURAZIONE 

Le porte della nuova mensa si sono aperte ufficialmente venerdì 9 novembre alla presenza del sindaco Curzio Rusnati, e dei rappresentanti del Consiglio Comunale, del Consiglio di Istituto, della Commissione Mensa e dell’Azienda Vivenda Spa, leader nella ristorazione scolastica e che solo a Bussero impiega 9 dipendenti tra sala e cucina.

«L’importante investimento della Vivenda Spa – ha spiegato Enzo Dimatteo, direttore di produzione Area Nord per la Vivenda Spa, società del Gruppo La Cascina ha consentito di rinnovare tutti i locali da noi gestiti a Bussero, e di trasformarli in punti di eccellenza in cui si respira efficienza anche grazie all’uso delle nuove tecnologie. Il nostro primario interesse – ha sottolineato Dimatteo– sono la salute dei bambini e le condizioni lavorative dei dipendenti: da una parte abbiamo elevato ancora di più gli standard qualitativi del servizio che si basa su prodotti bio e a filiera corta; dall’altra abbiamo rigenerato l’ambiente lavorativo grazie a interventi mirati che hanno coinvolto la struttura e le attrezzature, oggi all’avanguardia. A noi tutti – ha concluso il dirigente della Cascina – sta a cuore il benessere psicofisico delle nuove generazioni e dei nostri dipendenti».

Il sindaco Curzio Rusnati taglia il nastro della mensa riqualificata

«Un notevole passo in avanti dopo pochi mesi dall’affidamento del servizio – ha dichiarato soddisfatto il sindaco Curzio Rusnati che segna un nuovo corso nella gestione della filiera dei ruoli e delle relazioni, anche grazie alla capacità e al buonsenso degli interlocutori, che ha portato l’azienda ad erogare questa offerta migliorativa nel primissimo periodo di gestione, segno questo di professionalità e di rispetto dell’impegno assunto con l’amministrazione e con l’utenza scolastica».

Dopo il consueto brindisi inaugurale tra adulti e addetti a lavori – che potranno beneficiare di strutture più funzionali al loro lavoro – ora la parola passa ai bambini, che dopo il biologico e il self service, testeranno se le novità introdotte sono all’altezza dei loro palati.