Basket Integrato: un sogno sotto il canestro per chi convive con la disabilità

In Enjoy i ragazzi giocano la prima partita dello speciale campionato

Enjoy Experience Training Center si riconferma in prima linea nel sostegno delle persone diversamente abili: è proprio nel loro interesse che agisce Enjoy Care, e per la loro integrazione e il loro divertimento che è nato il Basket Integrato.

Questa versione della pallacanestro permette la partecipazione attiva di giocatori con qualsiasi tipo di disabilità (fisica o mentale) che consenta il tiro in un canestro, in campo con giocatori normodotati.

BASK-IN, QUANDO LO SPORT SI FA INTEGRAZIONE

La squadra di Enjoy Care è composta da dieci ragazzi e ragazze con disabilità intellettive e fisica, allenati da Sarah Sgarra, coach qualificata nonché giocatrice di pallacanestro fin da piccola.

“Il campionato è ancora lungo, ci saranno vittorie e sconfitte, ma l’entusiasmo e la serietà con cui la Squadra affronta i propri impegni non è diversa da quella dei grandi Team affermati – hanno affermato i responsabili di Enjoy – con il plus di una spiccata sensibilità nel sostenersi a vicenda per superare i piccoli e grandi ostacoli per arrivare a canestro. Speriamo che sempre più persone si avvicinino e si appassionino a questo sport e sostengano attivamente il team, c’è bisogno di giocatori  quanto di tifosi e volontari.”

LA VISIONE DI ENJOY: UNA POSSIBILITÀ PER TUTTI

Attraverso questo progetto Enjoy, promotore dell’iniziativa, si impegna affinché a ognuno venga concessa l’opportunità di trovare il “proprio posto”, tanto in campo quanto fuori, offrendo a ciascuno l’occasione di essere protagonista in uno spazio di integrazione concreta.

LA PRIMA PARTITA

L’avventura dei ragazzi è iniziata sabato 27 ottobre, quando, con la prima partita del campionato, il sogno della neonata squadra degli Sharks Enjoy si è realizzato.
Gli Squali hanno affrontato fuori casa, al campo di Romano di Lombardia, i Galletti Feroci. Prima della partita i ragazzi hanno posato per la foto di rito e urlato insieme per incoraggiarsi a vicenda, per poi attendere il fischio d’inizio. Con l’aiuto di un grande tifo i canestri sono ben presto arrivati, e durante il primo tempo la squadra ha acquisito un vantaggio di circa 10 punti, che è stato mantenuto fino al termine dell’incontro.

UN GRANDE RISULTATO

L’energia trasmessa da famiglie, dirigenti e amici a bordo campo ha condotto a una prima inaspettata e meravigliosa vittoria 63-46; concentrati e attenti, tutti gli Squali hanno segnato almeno un canestro.
Al di là del risultato – motivo d’orgoglio e carica per il campionato solo all’inizio – il momento più bello è stato il terzo tempocondiviso con compagni e avversari a fine match, che hanno festeggiato con un grande rinfresco.

LA GALLERY DELLA PARTITA

Ecco qui le fotografie scattate in occasione di questa prima partita: