Giovani e legalità: a Gessate, a parlarne, sono gli studenti della primaria

Una serata con ospiti importanti per parlare del percorso svolto

dav

Ancora una volta gli alunni della Primaria di Gessate sono stati i protagonisti di una serata emozionante, chiamata I valori della Legalità.
Promossa dal comune di Gessate, si è svolta venerdì 12 ottobre in Aula Consiliare.

I PRESENTI

Interlocutore d’eccezione, Alessandra Dolci, Procuratore Aggiunto Direzione Antimafia di Milano, alla presenza del sindaco Giulio Sancini e dell’amministrazione comunale, delle Forze dell’Ordine, del corpo dei Vigili Urbani, del dirigente scolastico Umberto Pesce, delle insegnanti delle scuole del territorio e del sindaco dei ragazzi Lorenzo Carboni.

VINCITORI AL CONCORSO SULLA LEGALITÀ

In un’aula consiliare gremita e vociante i ragazzi hanno restituito alla cittadinanza i bei momenti vissuti il 23 maggio scorso quando hanno ricevuto a Palermo la targa riconoscimento quale Istituto vincitore nazionale del concorso MIUR sulla legalità #PalermochiamaItaliadal titolo “Angeli custodi: l’esempio del coraggio, ilvalore della memoria”.

Benvenuti a tutti e un ringraziamento a voi ragazzi per il vostro operato di cui tutta la nostra comunità è orgogliosa-ha esordito Giulio Sancini È una serata davvero importante e vi dico che i momenti più belli di impegno civico li ho vissuti con voi che avete saputo riempire di doni i nostri cittadini con l’attenzione, l’esempio e l’essere parte attiva e integrante di una comunità in cammino. Il mio augurio è che voi possiate portare avanti questo percorso e vivere ancora tante interessanti e educative esperienze di vita”.

L’INTERVENTO DI ALESSANDRA DOLCI, PROCURATORE ANTIMAFIA

Seduti nell’emiciclo della sala i ragazzi hanno ascoltato in silenzio le parole di Alessandra Dolci che, con piglio disinvolto e modi garbati, li ha incoraggiati a continuare la strada della cittadinanza attiva e della consapevolezza, per essere parte integrante di un processo per promuovere la cultura della legalità.

Buonasera a tutti e grazie per avermi invitata. Dopo avere visto il vostro lavoro vi dico che siete maturi per affrontare e confrontarvi sull’argomento, grazie anche al sostegno delle vostre insegnanti e dei vostri genitori, e vi invidio molto perché avete fatto questa esperienza a Palermo e sulla nave della legalità.-  ha sottolineato Alessandra DolciÈ fondamentale promuovere la cultura della legalità attraverso piccoli gesti e azioni quotidiane come il rispetto della dignità della persona, la consapevolezza di avere diritti e doveri e la conoscenza dei valori che sono alla base della convivenza civile. Voi ne siete un esempio, e di ciò siamo orgogliosi”.

Tra gli sguardi curiosi e le domande spontanee Alessandra Dolci li ha invitati a Palazzo di Giustizia di Milano. “Vi esorto a credere in ciò che fate, impegnarvi a fondo, avere ideali e valori, seguire le vostre passioni e che il ricordo di coloro che ci hanno lasciato sia sempre accanto a noi per non dimenticare da dove veniamo e dove stiamo andando. Sappiate che siete la nostra speranza e io sono orgogliosa di voi, piccole sentinelle della legalità. Non deludetemi!”.

L’IMPEGNO DELLE DOCENTI

Il preside Umberto Pesce, visibilmente soddisfatto, ha rimarcato: “Momenti come questo sono importanti per tutti noi e ringrazio le mie docenti per il lavoro che con intensità e passione svolgono nelle classi e anche al di fuori della scuola. I ragazzi sono stati gli artefici di questo percorso che li ha visti impegnati in prima persona nell’affermazione dei valori della legalità per il loro futuro”.

 

Augusta Brambilla