Una Firenze magica nell’opera di Leonardo Baldini a Gorgonzola

Un'icona italiana della fotografia presenta le sue illustrazioni in occasione del Festival del Cinema Nuovo, coinvolgendo molti personaggi famosi

Un grande onore per la città di Gorgonzola che arriva proprio in occasione del Festival del Cinema Nuovo, un evento che fa parlare di lei in tutto lo stivale: il famoso fotografo Leonardo Baldini omaggia il Festival con la mostra Story Frame.

L’artista, nato illustratore, dal 29 settembre al 6 ottobre presenterà a Palazzo Pirola la mostra fotografica dal titolo L’abile sognatore, all’interno del progetto Story Frame, ossia storie fotografiche illustrate.

UNA STORIA RACCONTATA PER IMMAGINI

È il racconto delle rocambolesche avventure, in una Firenze quasi magica, di un ragazzo fiorentino down, Donatello Appello, vittima della sua fervida immaginazione al fianco della sua tutor Irene Barbugli e di personaggi famosi come Giorgio Panariello, Carlo Conti, Leonardo Pieraccioni, Paolo Hendel, Niki Giustini, Giusi Merli, Alessandro Paci.
Nato dalla collaborazione con Matrix Onlus, il progetto persegue l’intento di finanziare Progetto Casa Armonica a sostegno dei ragazzi disabili senza famiglia e con l’offerta di laboratori di orientamento al lavoro per persone disabili.

È un progetto che unisce cinema e fotografia attraverso il fumetto, che ha impiegato quasi un anno di lavoro, e che ha visto la collaborazione di personaggi noti del mondo dello spettacolo a sostegno di una inclusività sociale per ragazzi e adulti con disabilità.– ha dichiarato Leonardo Baldini – Donatello Appello si è dimostrato un grandissimo attore e ha saputo cogliere l’essenza della storia e della sua interiorità e le immagini e i suoi particolari hanno dato vita alle sensazioni, agli umori e agli stati d’animo come se emanassero parole e le vignette scandissero il ritmo e le pagine del tempo”.

UNA TECNICA ORIGINALE

La tecnica dello Story Frame consiste in una narrazione fantastica di un susseguirsi di fotogrammi, di unione di fotogrammi, ma anche ‘cornice’ nella quale racchiudere piccoli quadri che evidenziano dettagli, nei quali il lettore può cogliere gli elementi del racconto, le emozioni, i personaggi, la complessità della realizzazione. Le tavole, in puro stile fumettistico, si basano su un’accurata base del racconto, prima delle riprese fotografiche, e l’utilizzo delle luci e del colore è concepito come elemento narrativo.

Dimostrare che persone con disabilità possono tranquillamente interpretare ruoli ed essere protagonisti è un valore aggiunto di una indiscussa importanza non solo per me ma per tutti noi” ha concluso Leonardo Baldini.

GIORNI E ORARI

Sarà possibile visitare la mostra a Palazzo Pirola venerdì dalle 16 alle 18.30 e sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.30.

 

Augusta Brambilla