I mestieri del futuro passano da “iReplace”, giovane e dinamica azienda a Cernusco sul Naviglio

Da negozio di quartiere ad azienda di successo. La società leader nelle riparazioni hardware del gruppo HS company è pronta alla conquista del mercato internazionale

Più di 90 affiliati in Italia, servizi di alta qualità per la riparazione di dispositivi informatici, il lancio dello smartphone Frog One che ha sfidato i grandi player del mercato, progetti di espansione in Italia e all’estero, stiamo parlando di iReplace, azienda che dal 2016 ha stabilito la sua sede commerciale a Cernusco sul Naviglio.

iReplace, una società giovane e dinamica, con dipendenti di età comprese tra i 19 e i 34 anni. L’azienda si muove con disinvoltura sul mercato, con uno spirito imprenditoriale che la porta crescere, ma senza rinunciare mai alla qualità della sua proposta. Oggi iReplace è parte del gruppo HS Company, fondato da Michele Gubitosa.

Per conoscere meglio iReplace e i suoi progetti sul territorio della Martesana abbiamo incontrato il suo direttore generale Alessandro Monti nella sede di Cernusco, che ci ha raccontato i segreti del successo.

DAL NEGOZIO DI QUARTIERE ALLE RETE DI FRANCHISING

Nata una decina di anni fa come negozio di riparazioni aperto dai fratelli Lucio e Roberto Mazzone, oggi iReplace è un marchio che si distingue per affidabilità e competenza, e punta a crescere nel segno della qualità.

iReplace è nata a Benevento come piccolo negozio di quartiere che offriva riparazioni di telefoni, smartphone e PC”, ci ha spiegato Alessandro Monti. “Nel giro di poco Lucio e Roberto hanno capito la forza del progetto iReplace e  che quello poteva essere il primo di tanti altri negozi. Dalla ricerca dei primi affiliati all’avvio del franchising il passo è stato breve ed oggi abbiamo 96 centri in tutta Italia”.

ALESSANDRO MONTI
Direttore Generale di iReplace

L’azienda opera in tre modalità: con store monomarca, corner all’interno di altri store, per esempio quelli di Tim e di Wind3, e punti di raccolta, dove vengono presi in carica i dispositivi da riparare.

Negli store e nei centri affiliati vengono eseguite le riparazioni di primo e secondo livello (relative a batteria, display, controlli di ricarica), mentre gli interventi più impegnativi vengono eseguiti nel laboratorio di Reggio Emilia gestito da Pentaservice, anch’essa parte del gruppo HS Company.

E’ un laboratorio all’avanguardia, uno dei più importanti d’Italia, grazie al quale possiamo offrire al cliente qualsiasi tipo di riparazione necessaria per il suo dispositivo”, ha sottolineato Monti. Oltre ad iReplace il centro di Reggio Emilia ha il mandato della “riparazione in garanzia” di noti brand tecnologici, tra i quali Lenovo, Motorola e Cat.

Accanto alla riparazione, nel tempo iReplace ha aggiunto una gamma di servizi che comprendono la vendita di telefoni nuovi, usati e rigenerati, la realizzazione e la vendita di accessori, la collaborazione con provider quali Tim e Kena Mobile (di proprietà di Tim) ma anche con ad esempio DJI famosa azienda di Droni.

Nasciamo come riparatori, ma oggi siamo molto di più. Il core business aziendale rimangono le riparazioni, ma offriamo ai nostri clienti una serie di servizi a valore aggiunto”, ha spiegato il direttore generale di iReplace. “Anche per i nuovi servizi abbiamo scelto di mantenere standard medio-alti, perché vogliamo che i nostri clienti escano soddisfatti in toto dai nostri Store e proprio per questo abbiamo scelto il meglio: ricambi di prima qualità, assistenza costante, professionalità e competenza”.

DA BENEVENTO A FREANCIA E GERMANIA PASSANDO SEMPRE PER REGGIO EMILIA

Attualmente la società vanta 96 negozi in Italia, tra store monomarca e centri affiliati, e sta puntando a crescere ancora.

Nell’arco del 2017 abbiamo avuto 35 nuovi affiliati, e nei prossimi mesi sono in programma altre sei aperture tra Roma, Parma, Padova e Pinzolo, in provincia di Trento”, ha spiegato il manager. “Mediamente apriamo tre store al mese, mantenendo sempre l’idea di negozio di quartiere, che diventa un punto di riferimento per i clienti e sa rispondere alle loro diverse esigenze”.

Nella scelta degli affiliati iReplace segue la filosofia che l’ha caratterizzata fin dalle sue origini, ovvero l’offerta di servizi di qualità. Non ci sono rigidi protocolli per la scelta di un affiliato, anzi “spesso la sinergia si sente a pelle”, ha sottolineato Monti. “Tutti possono fare i riparatori, la cosa difficile è farlo bene. Quando parliamo con un potenziale affiliato la cosa che ci interessa di più è che sposi il nostro progetto a 360 gradi. Poi ragioniamo su tutto il resto”.

Per contare su personale altamente qualificato iReplace punta molto sulla formazione. Tutti i tecnici, che siano interni o dei centri affiliati, vengono preparati presso il laboratorio diPentaservicea Reggio Emilia.

Questo vale anche per gli store all’estero. Attualmente la società è presente in Francia con 8 store, a Basilea, in Albania, in Spagna a Malaga, nelle Isole Antille, in Brasile, in Germania a Stoccarda, e ha in programma prossime aperture a Lugano e in Portogallo. “Ci sono mercati completamente diversi dal nostro”, ha sottolineato Monti. “In Francia e in Germania, per esempio, il concetto di franchising non è molto sviluppato, almeno per quanto riguarda il nostro settore”.

Noi lo abbiamo ‘esportato’, insieme al nostro know-how”, ha proseguito il Manager. “Anche agli affiliati stranieri chiediamo di seguire i corsi di formazione nel laboratorio di Reggio Emilia. Sappiamo che è impegnativo, ma è una garanzia per la qualità dei servizi che vogliamo offrire”.

FROG ONE: UNO SMARTPHONE DI FASCIA MEDIA AD UN PREZZO LOW-COST

Tra i progetti innovativi di iReplace c’è il “Frog One”,  uno smartphone Android lanciato sul mercato lo scorso anno. Lo smartphone si colloca nella fascia di prezzo low-cost, ma promette prestazioni di alta qualità.

Frog One rappresenta una sfida su un mercato affollatissimo di telefoni a basso costo, proposti da diversi produttori. “Frog One è stato accolto con entusiasmo dal pubblico, e abbiamo venduto più di 30mila dispositivi. Si differenzia dagli altri perché, nella fascia di prezzo sotto i 90 euro, è difficile trovare un buon telefono”, ci ha spiegato Monti.”

Dopo il successo del Frog One, iReplace sta già guardando oltre e ha in cantiere un nuovo smartphone, il Frog 2. “Il nuovo dispositivo è in fase di sviluppo”, ci ha confidato il manager. “Per il momento posso dirvi solo che offrirà prestazioni e caratteristiche di un livello ancora più alto, che lo faranno apprezzare da un pubblico più ampio”.

I PROGETTI IN MARTESANA 

Per iReplace l’apertura della sede commerciale a Cernusco è un primo passo per consolidare la propria presenza a Milano. Dopo l’apertura dei due centri di Parabiago e Bovisio, sta studiando il territorio della Martesana per valutare ulteriori progetti.

Questo territorio ha grandi potenzialità e può essere un motore di lancio per la nostra attività”, ha detto Monti. “Siamo arrivati a Cernusco nel 2016, insieme ad HS Company. In questi anni ci siamo guardati intorno e adesso siamo pronti ad avviare un nuovo progetto”.

Al momento “i dettagli sono ancora top secret”, ma ci aspettiamo nei prossimi l’inaugurazione di un nuovo store iReplace nella zona della Martesana, chi lo sa, magari proprio a Cernusco.

Sara Brunelli