Sagra del Gorgonzola: in città parte la XX edizione

La sagra del formaggio più amato della martesana torna in un weekend ricco di eventi

È ormai tutto pronto per la XX Sagra Nazionale del gorgonzola, durante la quale la città di Gorgonzola si appresta – sabato 15 e domenica 16 settembre – a celebrare il più amato dei formaggi erborinati.

UN’EDIZIONE IMPORTANTE

In occasione di un compleanno così importante abbiamo pensato a un’area espositiva come era l’aia dei contadini, e l’arrivo della mandria dagli alpeggi di San Simone sabato 15 alle 11, con letture a tema, mostra fotografica, mungitura delle vacche e lavorazione del latte. – ha dichiarato la presidente della Proloco Donatella Lavelli In termini organizzativi avremo più posti auto e la possibilità di parcheggi per cicli e motocicli all’inizio di via Italia a servizio della pista ciclabile sull’alzaia Martesana, l’accesso dal ponte di via Milano per le persone portatrici di handicap e l’estensione dell’area espositiva a nord”.

ALCUNE MODIFICHE ALLA VIABILITÀ

Un grande lavoro di squadra che coinvolgerà la Polizia Locale e, in supporto all’Amministrazione Comunale, la Protezione Civile e l’Associazione Carabinieri.
Disposte limitazioni del traffico veicolare per le aree pedonali a partire dal centro storico – con piazza della Repubblica, piazza Italia e piazza Cagnola – per arrivare, tramite via Marconi, in piazza De Gasperi, via don Gnocchi e Largo degli Alpini, coinvolgendo e valorizzando una nuova zona del territorio cittadino.

CIBO PER TUTTE LE ESIGENZE

Ci saranno un maggior numero di punti vendita e aree di ristoro, compresa una dedicata ai celiaci, e la maestria degli chef pasticceri Maria Soriani e Matteo Cabassi farà scoprire “la dolce energia dello zola” con lo show cooking firmato Cogeser, che ha così commentato “non siamo solo gli sponsor della manifestazione da quattro anni ma ci impegniamo a valorizzare le eccellenze di un territorio che ha una forte connotazione locale”.

UNA STORIA DI AMORE E TRADIZIONE

Il primo cittadino, Angelo Stucchi, ha così commentato “Si tratta di una manifestazione nata quasi per scommessa a fine anni Novanta, in cui nel timone della prima edizione si osò, tramite il carro con l’allegoria di re stracchino accanto alla forma di zola, dare uno spazio di risalto al nome della nostra città. Fino all’evento straordinario che è diventato oggi in cui, dopo il successo dell’edizione 2015 legata ad EXPO, riproponiamo nella giornata di sabato la transumanza con i Bergamini a cui dobbiamo la trasmissione della cultura casearia fino ai nostri giorni. Le mucche da latte sosteranno per tutto il giorno in largo degli Alpini, trasformato per l’occasione in una grande aia, per poter godere non solo dei piatti a base di gorgonzola ma anche per toccare con mano le tradizioni che rielaborano il nostro passato tramite i laboratori di mungitura e lavorazione del latte in formaggio”.

UN RICCO PROGRAMMA

Tante le proposte, dalla mostra Percorsi Emotivi e Satyrigorg di venerdì 14 alla notte Bianco Verde con spettacoli, musica, balli e gorgonzola e il dominatore del Fuoco sabato 15.
Domenica 16 sarà la giornata clou dell’evento, dall’accampamento celtico e civile da viaggio romano, la banda musicale e l’esposizione di Fiat 500 d’epoca fino ad arrivare al cibo, con il mega risotto, lo Young street Food, e l’11° concorso caseario nazionale Infiniti Blu, senza dimenticare la Sagra dei bambini e altre innumerevoli attrazioni delle associazioni locali che animeranno la festa.

LA PRESENZA DEL GIANA CALCIO

“È il primo anno che partecipiamo a questa manifestazione: ne siamo onorati e con un po’ di orgoglio ci apprestiamo a festeggiare con la città di Gorgonzola i 110 anni dalla fondazione della Giana, con una mostra che celebra la nostra storia. – ha dichiarato Serena Scandolo, dell’ufficio stampa Giana Calcio – I saluti del presidente Ripamonti sono l’augurio della nostra presenza sempre più vicina alla città e ai suoi abitanti. Non vediamo l’ora di partecipare, e speriamo di portare anche i giocatori!”.

Sono state del presidente della Pro Loco le parole conclusive: “Ringrazio tutte le associazioni che saranno presenti, tutti coloro i quali hanno collaborato, i volontari, la cittadinanza, le forze dell’ordine, l’amministrazione comunale. La fatica nell’organizzazione è stata indescrivibile, ma siamo felici di avere nella nostra città un evento straordinario che dona risalto e luce alla sua comunità”.

 

Augusta Brambilla