Giocare: al mare, in montagna o in città, ma con mamma e papà

I consigli di Enjoy School per gestire al meglio l'attività ludica estiva con i bambini di età compresa tra 0 e 3 anni

L’estate, la vacanza, quel tempo dove trovare la pace e il relax dopo un anno di duro lavoro e stress, il momento in cui prendere una meritata pausa dalla routine quotidiana e dalle faccende domestiche. Sicurissimi? Avete mai provato provato ad osservare una mamma in spiaggia alle prese con i suoi bambini, tra mille occhi, attenzioni, richieste ed esigenze?

Ecco allora qualche piccolo consiglio per sfruttare al meglio questo momento e per prendersi un po’ di tempo per giocare, divertirsi e affiancare i piccoli nella magica avventura della loro crescita

Abbiamo fatto due chiacchiere con chi di bambini se ne intende occupandosi ogni giorno del loro sviluppo educativo con una particolare attenzione agli aspetti motori. Stiamo parlando di Enjoy School, (LEGGI QUI) e della sua proposta formativa per i bambini dai 36 mesi a 6 anni che in poco tempo è diventata una solida realtà per le famiglie di Cernusco sul Naviglio e della Martesana.

L’importante per ogni bimbo è divertirsi, stare all’aria aperta – hanno sottolineato Giorgia e Noemi,  maestre di Enjoy School- quindi per le vostre vacanze e attività fatevi guidare dalla fantasia e dell’immaginazione dei bambini e sopratutto seguite i loro ritmi… in fondo sono vacanze anche per loro!”

Siamo andati alla ricerca di qualche piccola attività da svolgere con la primissima infanzia ( 0 – 3 anni per intenderci) ed ecco cosa ne è venuto fuori.

IL GIOCO DEI TRAVASI

Il gioco può essere proposto ai bambini di circa 15 mesi

Può essere fatto con qualunque tipo di sostanza, sia solida che liquida, al mare si può utilizzare acqua, sabbia e sassolini mentre in montagna acqua, terra, sassi e legnetti.

Sarà sufficiente preparare dei contenitori (secchiello, formine per la sabbia, ciotole di varie dimensioni, bicchieri, colini, imbuti), cucchiai, mestoli lasciare il bambino libero di travasare da una ciotola all’altra le sostanze (acqua, sabbia ecc) senza essere disturbato.

Per rendere il travaso sempre interessante per il bambino è possibile inserire successivamente anche qualche oggetto come cucchiai e ciotole di dimensioni diversi per incrementarne la difficoltà, materiali di travaso simili ma diversi come per esempio sabbia o sassolini di dimensione diversa.

Questa attività permette ai bimbi piccoli di imparare abilità come lo sviluppo della concentrazione, l’affinamento dei movimenti oculo-manuali, la ripetizione accurata dei gesti

CESTINO DEI TESORI

Un’attività particolarmente adatta ad  ‘allenare’ il coordinamento oculo-manuale e a favorire lo sviluppo dei cinque sensi è il cestino dei tesori, che si crea con materiali naturali, oggetti semplici, di legno, di metallo, pelle, tessuto, gomma, carta e cartone e che al rientro dalle vacanze può essere integrato con il materiale raccolto pigne, sassi, conchiglie, grosse castagne, piume, tappi di sughero, spugna naturale.

Una volta preparato il cestino lasciamo che il bambino esplori tutto il materiale messo a disposizione, ne riconosca le forme, i pesi, ne senta il profumi e impari a conoscerli.

LA PESCA

Ecco un gioco di abilità da fare anche in piccolo gruppo. Disegnate su un sacchetto di plastica ripiegato delle sagome di pesci e ritagliarle, immergete in una bacinella o in una piscinetta più pesci che potete e date il via alla gara. Vincerà il bimbo che avrà pescato più pesci. Oltre ad essere molto divertente questo gioco, permette ai bimbi di sperimentare le caratteristiche dell’acqua.

TRASPORTI SPECIALI

Un gioco che può essere fatto anche a squadre in cui ogni giocatore dovrà prendere un bicchiere in cui avremo messo un po’ di acqua e stando attento a non farla rovesciare dovrà compiere un percorso per arrivare a svuotare il contenuto dentro il secchiello della propria squadra. Il percorso potrà essere un tragitto dritto, oppure contrassegnato con qualche difficoltà come ad esempio uno slalom fatto di sassi. Equilibrio, coordinazione e movimento sono gli aspetti maggiormente sollecitati.

CONOSCIAMO LE MAESTRE DI ENJOY SCHOOL

Giorgia 34 anni, diplomata magistrale e laureata in scienze motorie, da sempre coltiva la sua forte passione per la pallavolo e la predilezione per il mondo dell’infanzia, fa parte dello staff di Enjoy fin dall’apertura.

Noemi 34 anni, diplomata magistrale socio psico pedagogico, con una consolidata esperienza nel mondo dell’educazioe e dell’infanzia, è la mamma orgogliosa del piccolo Matteo e nutre da sempre un amore sfrenato per il mare.