Carugate “Città che legge” per il secondo anno

Il comune ha ottenuto ancora una volta l'ambita qualifica dal Centro per il libro e la lettura

Carugate si riconferma “città che legge”: anche per il biennio 2018/2019, il Centro per il libro e la lettura ha rilasciato la qualifica al Comune.

Non è la prima volta per Carugate: lo scorso anno la qualifica era stata ottenuta per la prima volta, rappresentando motivo di orgoglio per tutti i cittadini, in quanto dimostrazione del desiderio di sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura all’interno della città.

I REQUISITI

Partecipare al “concorso” richiede che i comuni garantiscano ai propri cittadini l’accesso ai libri e alla lettura attraverso la presenza di biblioteche e librerie sul territorio, l’organizzazione di festival e rassegne, l’adesione a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni, l’adesione ad almeno uno dei progetti nazionali del Centro per il libro e la lettura.

NON UN PUNTO DI ARRIVO MA UNA PARTENZA

Rinnovo la soddisfazione già espressa in occasione della qualifica ottenuta lo scorso anno – ha affermato l’assessore alla Cultura Gianluigi Maino – Il titolo, tuttavia, non deve rappresentare un punto di arrivo ma una motivazione per continuare a proseguire sulla strada sin qui percorsa. Un doveroso ma sentito ringraziamento va alla direzione e al personale della nostra Biblioteca civica, a tutti i soggetti che già collaborano a diversi progetti su questo tema, ai numerosi lettori carugatesi e ai presidi librari sul territorio che da sempre supportano le attività dell’Amministrazione nel campo della promozione della lettura”.