CERNUSCO SUL NAVIGLIO – Crisi e mercato del lavoro, istituzioni, realtà formative e sindacati si confrontano in un seminario il 26 maggio

Una giornata di studio per analizzare le dinamiche del mercato del lavoro, della crisi economica e delle strade per agganciare la ripresa dell’economia. Su questi temi si troveranno a confronto alcuni Comuni della Martesana, AFOL, Assolombarda e i sindacati in un seminario in programma il 26 maggio, alle ore 14, nella sala consiliare del Comune di Cernusco sul Naviglio.

L’Agenzia per la Formazione e l’Orientamento al Lavoro della Provincia di Milano presenterà inoltre il rapporto “Imprese e mercato del lavoro nell’est Milano”.

L’iniziativa è promossa dal Tavolo Permanente per lo Sviluppo delle Politiche Attive del Lavoro, costituito circa un anno fa tra vari attori economici e sociali della Martesana con lo scopo di analizzare il mercato del lavoro e le condizioni economiche dei lavoratori e delle loro famiglie nel territorio est milanese, proponendo poi strategie e azioni che favoriscano nuove opportunità per imprese e lavoratori.

Un appuntamento importante, perché dopo un anno di lavoro e di confronto porteremo in questa sede proposte concrete da spendere nel nostro territorio in tema di occupazione – commenta l’Assessore alle Politiche Sociali, Rita Zecchini, che presiede anche il Tavolo Permanente in qualità di ente capofila del Piano di Zona – Altrettanto significativa sarà la presenza della Provincia e della Regione, interlocutori del Tavolo allo scopo di co-progettare percorsi di politiche attive per il lavoro. Come già più volte espresso l’obiettivo è di superare il concetto di assistenza per garantire dignità alle persone: solo un lavoro stabile garantisce questo diritto”.

Per il Sindaco, Eugenio Comincini, il convegno rappresenta “un momento importante di confronto, all’interno di un’esperienza unica nel suo genere, fra le città della nostra dimensione, che raccoglie intorno a uno stesso tavolo gli attori principali coinvolti nella programmazione e nell’attuazione delle politiche per i lavoro e lo sviluppo economico.”