Una mamma in lizza: Stefania Goi si candida a Bellinzago L.do

Trentaquattro anni, due figli e una laurea in Chimica: questi i numeri della candidata con la lista "Siamo Bellinzago - la nostra idea di paese"

Alle prossime elezioni comunali, il 10 giugno, sarà una giovane mamma a candidarsi, Stefania Goi: 34 anni, sposata, due figli e neo laureanda in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, sarà in corsa per la carica di primo cittadino insieme alla sua lista “Siamo Bellinzago – La nostra IDEA di paese”.

Il 6 giugno ha presentato il suo programma e i candidati che la affiancheranno: Marianna Barzaghi, Ornella Sannazzaro, Marcello Cannavacciuolo, Marzia Caspiati, Francesca Cambiaghi, Antonio Di Vincenzo, Antonio Fameli, Fausto Mapelli, Fabio Salvatori, Roberto Solcia, Vittorio Vadori.

“Sono dodici i punti del nostro programma, e dodici sono i candidati che con me stanno collaborando da settembre scorso alla stesura di un progetto che vuole rilanciare la nostra Bellinzago con iniziative meritevoli di attenzione e fiducia.– ha esordito Stefania GoiHo iniziato questa avventura con la mia candidata vice sindaco, Marianna Barzaghi, perché ciò che ho visto negli ultimi anni non mi è piaciuto e perché ci sono temi importanti come la famiglia, i giovani e gli anziani che hanno bisogno di essere approfonditi”.

GLI OBIETTIVI DEL PROGRAMMA

Voce squillante e piglio deciso: è così che la candidata ha spiegato ai presenti ciò che  vorrebbe attuare per un’efficace gestione del Comune, a cominciare dall’uscita di Bellinzago dall’Unione dei comuni Adda Martesana, l’inserimento del Bilancio partecipato, l’adeguamento organico della polizia locale, l’istituzione di uno sportello ascolto, nidi gratis, ripristino poliambulatorio comunale, ludoteca per i più piccoli, servizi pre e post scuola, nomina di un consigliere di maggioranza con delega giovani, nonni in rete, valorizzazione delle feste del paese, ricostituzione della Proloco, riqualificazione Piazza Vittorio Emanuele e parchi, sicurezza dei marciapiedi, della viabilità urbana e della Padana Superiore, rivalutazione del mercato cittadino e bando per sostegno ai commercianti, artigiani e liberi professionisti.

Io vivo a Bellinzago dall’età di otto anni, e ho scelto di formare famiglia perché qui mi piace e mi trovo bene. – ha sottolineato la candidata – Il cittadino al centro di tutto è la motivazione che ci guida alla rinascita del nostro paese, affinché diventi bello e attrattivo grazie ai tanti e differenti progetti che vorremmo realizzare. Vi garantiamo di essere qui per ascoltare le vostre esigenze, risolvere le problematiche e perché non vi sentiate soli ma parte di una comunità attiva e laboriosa”.

Le parole conclusive del candidato sindaco sono state rivolte a tutti i cittadini: “Vi ringrazio di essere venuti ai nostri gazebo e ai nostri incontri. Abbiamo ascoltato tutte le richieste e fatto tesoro anche delle criticità che, quando sono costruttive, servono per comprendere meglio la direzione giusta. Ho preso un impegno importante in cui credo molto e accanto a me ci sono persone con memoria storica formidabile e forte senso di responsabilità, che ci fanno dire di essere contenti della scelta fatta”.

 

Augusta Brambilla