Niente più violenza: a Pioltello una serata contro le armi nucleari e le guerre

Una serata insieme alla sindaca e ad altri esperti per sensibilizzare la popolazione su un tema fondamentale

Venerdì 18 maggio, alle ore 21, presso la biblioteca comunale, si terrà l’incontro organizzato dalla Rete per la Pace di Pioltello e dal Comune “Restiamo Umani – Verso un mondo senza armi nucleari e guerre”.

Partecipano, insieme alla sindaca Ivonne Cosciotti, Francesco Vignarca, Coordinatore Nazionale della Rete Italiana per il Disarmo, organizzazione partecipante alla Campagna Ican (International Campaign to Abolish Nuclear Weapons) Nobel per la Pace 2017, Antonio Trebeschi, sindaco di Collebeato (Bs), amministratore locale attivo sui temi della pace, della solidarietà, dell’accoglienza e della memoria.

«Ho sempre pensato che la questione della pace e il ripudio della guerra e di ogni forma di violenza debbano essere centrali nei valori di una città – ha spiegato la sindaca Ivonne CosciottiIniziamo con un tema globale come quello delle armi nucleari, purtroppo sempre più di attualità, per proseguire nei prossimi mesi con incontri su temi più vicini alle pratiche quotidiane. Poi, alla fine del mandato, abbiamo in programma di fare un grande evento sulla pace che renda espliciti i temi e, insieme, il percorso fatto dalla città».

Tema della serata è l’adozione, il 7 luglio 2017, da parte delle Nazioni Unite, di uno storico Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari, motivo per il quale è stato assegnato il premio Nobel per la Pace 2017 ad Ican. Attualmente il nostro paese non ha sottoscritto il trattato, per questo la Rete Italiana per il Disarmo ha lanciato la campagna “Italia ripensaci” per sensibilizzare l’opinione pubblica e premere affinché il governo italiano lo ratifichi al più presto.