Pirolisi a Cernusco: la Regione appoggia i comuni e impone accertamenti

Accolta dunque la richiesta dei Comuni interessati di procedere a una Valutazione di Impatto Ambientale (Via)

Ci sono novità sul fronte della futura costruzione dell’impianto di Pirolisi, processo che trasforma i rifiuti in combustibili liquidi e gassosi, tra i comuni di Cernusco e Pioltello da parte di una azienda privata già presente nel comune di Cassina de’ Pecchi.

Regione Lombardia ha confermato infatti la necessità di ulteriori approfondimenti dando di fatto ragione ai Comuni che in questi mesi si sono battuti per chiedere più certezze e maggiore tutela del territorio e della salute dei cittadini (ne avevamo parlato QUI).

La Regione ha concluso il procedimento di verifica di assoggettabilità alla Valutazione di Impatto Ambientale (Via) stabilendo che il nuovo impianto di pirolisi dovrà essere sottoposto a tutto l’iter di Via così come richiesto dai Comuni interessati (oltre a Cernusco e Pioltello anche Vignate, Rodano e Cassina de’ Pecchi)

Questa notizia è una vittoria per il percorso intrapreso dal Tavolo dei Comuni e in generale per la tutela della salute dei nostri cittadini – dice soddisfatto il vice Sindaco e assessore all’Ecologia di Cernusco, Daniele Restelli -. Quando lo scorso anno abbiamo iniziato il percorso comune con le altre amministrazioni e i rispettivi uffici tecnici per vedere chiariti maggiormente aspetti che non ci convincevano, avevamo come obiettivo proprio quello che oggi vediamo avverato: l’avvio di un iter più puntuale ed approfondito che permetta di chiarire una volta per tutte se questo impianto può essere dannoso per la salute e l’ambiente.”