Alla Fiera delle Palme di Melzo torna l’esposizione di bestiame

Una tradizione dal passato che torna dal 23 al 26 marzo

È tutto pronto per la 399° edizione della Fiera delle Palme, che si terrà dal 23 al 26 marzo a Melzo e che con lo slogan “VIVILA CON NOI!” resta la più attesa, la più amata, la più partecipata kermesse della Martesana.

L’amministrazione comunale, grazie al fattivo supporto della ProLoco, si è unita a tutto il mondo delle associazioni sociali, culturali e sportive, del commercio, delle imprese e di realtà no profit, per rendere questo evento il più straordinario dell’anno.

“Una bella novità della Fiera delle Palme 2018 è il ritorno dell’esposizione del bestiame – ha esordito il sindaco Antonio Fusèc – che recupera un’antica tradizione del territorio, inoltre abbiamo cercato un maggiore coinvolgimento e partecipazione delle associazioni e recuperato la centralità della piazza per sottolineare la bellezza del nostro centro storico e rivitalizzare il commercio. Il programma dispone anche di un’ampia offerta culturale a beneficio non solo dei melzesi ma anche di tutti gli ospiti che visiteranno la città. Ampio spazio è stato dato all’intrattenimento per i giovani e più piccoli. Vi aspettiamo e buona fiera a tutti!”.

Il ritorno del mondo contadino in una nuova veste nell’area Fiera e la mostra del bestiame saranno accompagnati dall’esposizione dei mezzi agricoli. Le vie dello shopping, dei mestieri e dei sapori sono la riscoperta dell’associazionismo e delle sue innumerevoli sfaccettature, così come le piazze che interagiscono in un intreccio fatto di svago e divertimento.

“Melzo ha una forte connotazione agricola, e l’esigenza di riproporre la mostra del bestiame è una richiesta molto sentita dalla popolazione, che l’amministrazione ha subito colto – ha sottolineato Antonio Fusè –  Il ritorno al passato e alle origini è una grande scommessa che ha coinvolto tante realtà contadine con un lavoro di cooperazione che vedrà la presenza di circa 50 animali nell’area Fiera”.

L’assessore alla Cultura Morena Arfani ha sottolineato “La metodologia del lavoro svolto in sinergia con le diverse realtà del territorio permetterà ai visitatori e agli ospiti di godere di momenti ludici e goderecci e di visitare alcune esposizioni di carattere culturale che mirano a valorizzare la città e la nostra zona”.

Grazie con la G maiuscola per la fiducia e per essere un’amministrazione presente nel paese – ha proseguito Fabio Pessina, responsabile servizi culturali e bibliotecari Una sfida così complessa non può prescindere dall’andare ad ascoltare tutti coloro che ne sono i protagonisti: associazioni, commercianti, cittadini, consulta della cultura, proloco, volontari. Abbiamo voluto mettere in campo l’ascolto e rendere manifesta la volontà e le aspettative di tutti i soggetti coinvolti in questo percorso”.

Le vie del centro storico si coloreranno di proposte commerciali, artistiche, artigianali e gastronomiche e le piazze e i luoghi cittadini diventeranno palcoscenico per emozionanti e suggestivi spettacoli e show. La cultura si esprimerà in tutte le sue forme visive, teatrali, musicali e altro ancora tra spazi espositivi, comunali e luoghi di culto.

“Ringrazio per le parole di fiducia del sindaco nei confronti della Proloco che qui rappresento – ha concluso Tiziana Tartaglia, presidente Proloco – Quattro sono le parole chiave di questa edizione: tradizione, cultura, artigianato, spettacolo. “È una manifestazione attesa e vissuta che attira a sé famiglie, giovani, adulti e bambini che in essa troveranno momenti di coinvolgimento e aggregazione. Aprirà e chiuderà la rassegna uno spettacolo dedicato all’arte circense a rappresentare la tradizione. La fiera è un grande spettacolo, nel quale ciascuno si può ritrovare”.

La sicurezza sarà garantita dalla polizia locale e dalle forze dell’ordine, con pattuglie anche notturne, e ai varchi di accesso saranno posizionate barriere in cemento armato. Due saranno gli Info Point gestiti dalla Proloco e da circa 15 volontari per accompagnare e gestire l’affluenza.
Sul sito www.fieradellepalme.ti si possono trovare tutte le informazioni necessarie.

 

Augusta Brambilla