COLOGNO MONZESE
APPROVATO IL PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO. ECCO LE NUOVE PROPOSTE DELLA GIUNTA

La priorità che la mia Amministrazione dedica alla Scuola è ampiamente dimostrata da fatti concreti. Rispondiamo alle esigenze della Scuola con importanti investimenti e nuovi servizi”. Con queste parole il sindaco Angelo Rocchi presenta orgogliosamente l’approvazione, da parte dell’unanime giunta comunale, del Piano di diritto allo studio. Approvato nella mattinata di martedì 26 settembre, il piano di diritto allo studio vede molti investimenti e nuove iniziative che garantiscono il diritto allo studio dei cittadini colognesi.

La giunta ha apportato un incremento dell’investimento dai 450.000 mila euro dell’anno scorso ai 630.000 euro di quest’anno sull’assistenza educativa per i bambini diversamente abili, oltre a riconfermare le borse di studio comunali ( 32 borse di studio pari a 200 euro per gli studenti che conseguono a pieni voti la scuola secondaria di primo grado). Quest’anno è stato riconfermato anche il servizio di consulenza psicologica e un raddoppio del contributo al sostegno della programmazione didattica delle scuole. Un investimento di 115.000 euro, invece, per il servizio di pre e post scuola che ha visto una riduzione del numero minimi di iscritti, permettendo così una maggiore comprensione delle esigenze dei nuclei familiari: la quota sarà di 36,00 euro mensile per un numero minimo di dieci iscritti mentre nel caso in cui gli iscritto fossero 7 la tariffa mensile sarà di 60,00 euro.

L’investimento da parte del comune in questo ambito è notevole e anche quest’anno si è proseguito sulla strada, già intrapresa l’anno scorso, dell’aumento delle risorse comunali stanziate a favore della scuola –dice l’assessora Dania Perego risorse destinate sia alla riconferma e potenziamento di servizi e iniziative già esistenti che all’attivazione di nuovi servizi”. E molte infatti sono le nuove iniziative approvate dall’amministrazione comunale. Dai laboratori di lingua italiana L2 che possono essere d’aiuto nel processo d’integrazione dei giovani stranieri, ai laboratori di lingua inglese per gli studenti della scuola secondaria di primo grado oltre che i l’introduzione dei servizi di Mediazione linguistico culturale rivolti alle famiglie straniere da poco arrivate in Italia.

In quest’ultimo piano di diritto allo studio non mancano gli investimenti apportati sulle strutture degli edifici scolastici sia per quanto riguarda gli interventi ordinari di un importo di circa 1.100.000 euro ma anche di carattere straordinario ( il rifacimento delle coperture di alcuni edifici, la messa in sicurezza dei solai, la manutenzione degli impianti sportivi e la riqualificazione della scuola primaria di via Manzoni ) che ammontano ad un totale di circa 2. 000.000 euro. “Per il prossimo bilancio –conclude il sindaco Rocchi–  prevedo che ulteriori risorse possano essere dedicate all’istruzione”.