GESSATE
LA BIBLIOTECA CITTADINA È QUELLA CHE SPENDE PIÙ IN LIBRI NELL’ EST MILANO

“Fra le più meritevoli per l’ impegno nell’ acquisto di libri”. Ecco la motivazione per cui la biblioteca di Gessate ha ricevuto una menzione speciale da CUBI (Culture, Biblioteche in Rete). Pare infatti che la realtà gessatese sia quella che, fra le 80 biblioteche del Sistema Bibliotecario Milano Est, spende di più per rinfoltire il proprio catalogo, che tradotto significa: offrire più cultura e informazione agli utenti rispetto ad altre cittadine, a parità di numero di abitanti.

“i gessatesi potranno usufruire anche di doppioni di determinate riviste e novità editoriali -ha spiegato la responsabile Lorella BernardiE la cosa è indicativa dell’eccellenza del servizio che offriamo, oltre ad essere molto apprezzata dai lettori”.

Lorella Silvia Bernardi, gestire la biblioteca da quasi 40 anni con competenza e professionalità, e ha saputo creare IMG_0633un ambiente adatto alla esigenze di tutti i lettori, dai grandi ai piccini, facendolo crescere negli anni per proposte e iniziative.  Si spazia dal book crossing, donazione di libri per adulti e bambini ormai consolidata da tempo,  alle letture animate per i piccoli lettori in erba, passando per gli incontri con le scolaresche per arrivare poi al concorso letterario, giunto alla sua quarta edizione, che si ripropone ogni anno alla cittadinanza con un tema diverso ( Quest’anno è dedicato a tutti gli appassionati del giallo “Giallo d’inchiostro … Detective Stories”).

Sul concorso la responsabile spiega: “Questa volta ho pensato di proporre il giallo come teoria e pratica della suspance, e da quest’anno il concorso è aperto anche ai ragazzi della Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado, oltre che a tutti i giovani fino ai 17 anni.” Con l’adesione al nuovo sistema CUBI, la Biblioteca ha svolto l’enorme lavoro di rietichettatura dei suoi 37.000 volumi, reo possibile solamente grazie all’impegno dei numerosi volontari, che da molti anni danno la propria disponibilità e anche stavolta si sono prestati a questa laboriosa opera.

La biblioteca è luogo di letture di ogni sorta dunque, di studio tra amici, di ritrovo per due chiacchiere, luogo della memoria per chi cerca un ricordo, luogo di svago per i bimbi che la affollano, luogo di cultura per le sue innumerevoli proposte. Per Natale poi, può diventare anche luogo di magica atmosfera, e anche quest’anno, oggi domenica 18 dicembre, un angolo di biblioteca si è trasferita in Villa Daccò per le letture natalizie.

A.B.