SEGRATE
NUOVA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEL SECCO: DUE INCONTRI PUBBLICI ALLA CASCINA COMMENDA

E’ ormai alle porte l’arrivo del “sacco rosso” in alcune zone del Comune di Segrate. Il 25 ottobre infatti si vedrà nei quartieri di Villaggio Ambrosiano, Boffalora, Mulini e Via Monzese, l’inizio del percorso di sperimentazione sulla raccolta dell’indifferenziata, della durata di un anno, dove si comincerà ad utilizzare il nuovo sacco rosso in sostituzione al sacco nero dei rifiuti.

Era il 5 settembre quando in Comune è avvenuto il primo incontro tra l’amministrazione comunale e la Società a2a con i rappresentati dei comitati di Villaggio Ambrosiano e dei Mulini. In questo incontro (leggi qui) sono state esposte sia le possibilità che i termini del progetto, che ha visto la piena collaborazione dei porta voci dei quartieri segratesi. “L’iniziativa, come abbiamo già avuto modo di sottolineare, –spiega il Sindaco Paolo Micheliha l’obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata e diminuire la quantità di rifiuti indifferenziati prodotti e smaltiti”.

Per poter fornire delle risposte il più esaurienti e chiare possibile, il comune e AMSA, gestore dei servizi di igiene ambientale in città, hanno organizzato due incontri aperti a tutti i cittadini segratesi: Giovedì 22 settembre alle ore 21 e Sabato 24 settembre alle ore 10, entrambi presso l’Auditorium Cascina Commenda in via Amendola. Ciò che cambierà e ciò che si potrà ora gettare in questo nuovo sacco è stato inoltre specificato, in quanto esplicitamente chiesto dai rappresentanti dei comitati durante il primo incontro, nella lettere inviata dal Comune alle famiglie, 1.400 e a tutte le aziende 170, che si vedono coinvolte nell’Operazione Sacco Secco. Come esposto nella lettera,il periodo di sperimentazione terminerà il 24 Ottobre 2017 e per l’intero anno i nuovi sacchi rossi che il comune consegnerà in base alla composizione familiare, alla superficie dell’abitazione e alla funzione dell’immobile, saranno ritirati due volte alla settimana, il martedì e il sabato, invece di tre.

Per ridurre ulteriormente il rifiuto residuo secco –aggiunge l’Assessore all’Ambiente Santina Boscooccorre fare uno sforzo in più: abituarci a pensare che nel sacco indifferenziato occorre inserire solo i rifiuti che non possono in alcun modo essere riciclati. Chiediamo a tutti i cittadini interessati alla sperimentazione di partecipare agli incontri pubblici, un primo modo per avere informazioni, confrontarsi e per sciogliere eventuali dubbi e perplessità”.

Per qualsiasi informazione i cittadini e le aziende del territorio, possono rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Comune di Segrate o contattare AMSA  al numero verde gratuito 800 332299, oppure tramite l’indirizzo e-mail servizioclienti@amsa.it