COLOGNO
PROVE TECNICHE DI ZTL ESTESA IN CENTRO. SI SPERIMENTA A DICEMBRE

Sarà solo per i weekend e in fase sperimentale per il solo mese di dicembre, ma l’area pedonale di Cologno si estenderà sino a comprendere anche via Visconti e via Mazzini sino all’incrocio con via Manzoni, in una sorta di prova generale per una possibile zona a traffico limitato (ZTL), che estenderà quella di via Indipendenza e porterà fuori dalla zona centrale auto e trasporto pubblico, il quale già da settembre subirà significative variazioni.

L’idea definita dalla Giunta nella delibera 117 del 26 luglio, è chiaramente quella di riconsegnare alla città una zona centrale vissuta dai cittadini e meno battuta dalle auto, almeno nei weekend, e questo mese di prova servirà a testare l’impatto di una scelta così importante sulla viabilità, la disponibilità di parcheggi, la vivibilità dell’area, la reazione di chi ha un’attività commerciale e quella dei cittadini.

Centro chiuso significa anche modifiche rilevanti nella circolazione del trasporto pubblico, che per questo già da settembre vedrà mutare il suo percorso, che non prevederà più fermate e transito dal centro cittadino nelle aree sopra descritte, che verranno indicate come “a traffico limitato” da apposita segnaletica nei giorni interessati.

Nei mesi invernali forse circola meno gente tra le vie dell’area pedonale, ma dicembre è il mese per eccellenza delle feste d’atmosfera nelle piazze e nelle vie, con commercianti intenti a promuovere il Natale, e cittadini alle prese con la ricerca del regalo giusto tra le bancarelle. Ecco allora che già adesso l’amministrazione ha preso contatti con esercenti e residenti, per arrivare a dicembre con idee già chiare e magari qualche miglioria da apportare al progetto iniziale.

“Siamo convinti che l’estensione della zona a traffico limitato possa costituire un vantaggio per la tutela ambientale e per la vivibilità di Cologno” ha commentato l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Di Bari, cui segue il commento del sindaco Angelo Rocchi, che riassume così il provvedimento:Meno auto e niente più autobus in centro per migliorare la qualità della nostra aria, ed una zona pedonalizzata più estesa a vantaggio della possibilità di socializzazione, del commercio di vicinato e della qualità urbana complessiva”.

La sperimentazione presta il fianco ad un futuro dove la ZTL in quest’area potrebbe diventare cosa concreta, a patto che come previsto da PGTU, il traffico veicolare resti consentito ai residenti, e che di pari passo vi sia la stesura di un completo programma di rivisitazione della mobilità limitrofa, che contempli anche la definizione di adeguate aree di sosta.