BRUGHERIO
LA STORIA LOCALE ARRIVA ALLA SCUOLA MANZONI CON UN VOLO IN MONGOLFIERA

Se è vero che i 150 di una città vanno onorati in grande stile, è altrettanto vero che un percorso di storia locale non si può intraprendere solo a ridosso di una ricorrenza. Per questo le scuole elementari cittadine, portano avanti ormai da decenni con le loro classi 4° e 5°, un cammino parallelo alla formazione scolastica, in cui far vivere ai bambini l’esperienza dell’essere cittadini, informati sulle proprie origini, capaci di riconoscere il passato della loro città, e di leggerlo in ciò che di quella storia resta nel presente.

La Mongolfiera nello studio della storia locale a scuola
IMG_9005Parlando di Brugherio quindi, come si può non partire dall’evento che l’ha resa famosa nel mondo sancendo la nascita dell’aviazione, ovvero il primo volo in pallone aerostatico dopo quello dei fratelli Monrgolfier, compiuto nella Villa del Conte Paolo Andreani ? Ecco quindi che le maestre Diurno e Vecchio della Scuola Manzoni, hanno pensato di arricchire questa storia con una testimonianza divertente, appassionante e di grande impatto: avvalersi della Compagnia della Mongolfiera, che ormai da anni gira le scuole in abiti d’epoca, portando ai giovanissimi studenti uno spaccato della storia brugherese, raccontato con la passione, l’originalità e la simpatia che li contraddistingue e li rende fiore all’occhiello tra le risorse legate alla memoria storica della città.

Da quattro anni il nostro progetto di storia legata al volo in mongolfiera, rientra nelle attività formative che le scuole possono scegliere di inserire nel loro percorso didattico -ha spiegato Roberto Pirruccio della Compagnia- Noi entriamo nelle classi e parliamo di questo episodio della vita di Brugherio che la rende un’eccellenza invidiata nel mondo, così che le giovani generazioni si sentano parte di qualcosa di eccezionale e prezioso che è giusto raccontare sempre”.

Un percorso didattico dunque, un incontro per ogni classe, che alla fine dell’anno ha spesso portato ad un vero e proprio battesimo del volo per gli alunni, proprio sulla Mongolfiera di Piero Porati, brevetto numero 1 nella storia italiana del volo in mongolfiera. Quest’anno inoltre, nel progetto ci sarà anche un concorso, dove i ragazzi saranno chiamati a lavorare concretamente sul tema dell’aerostato, in modo artistico e creativo, affinché gli incontri non restino fine a sé stessi.

L’incontro del 15 dicembre alla scuola Manzoni
Lo scorso 15 dicembre, la Compagnia ha fatto il suo ingresso in abiti d’epoca nella classi 4B e 4A della Scuola Manzoni, lasciando i bambini a bocca aperta, incantati inizialmente dagli abiti (ed entusiasti per i cappelli), e alla fine interessati alle immagini del IMG_9022volo proiettate nelle slide, e affascinati dal racconto proposto dalla compagnia, che partendo da un discorso generale sui mezzi di trasporto, ha condotto gli alunni per mano nella magica atmosfera della fiaba reale del conte Andreani che tanto volle volare in mongolfiera, e che ci riuscì dal prato della sua villa di Moncucco.

“Ho visto i miei alunni davvero attenti -ha commentato la Maestra Lidia Diurnoed è raro riuscire ad attrarre così tanto la loro attenzione. Li ho visti emozionati e mi ha fatto piacere, ora continueremo a lavorare sul progetto dei piatti di ceramica dipinti a mano con le raffigurazioni di alcuni luoghi centrali e storici di Brugherio, e in programma tra questi, c’è anche un piatto speciale con Villa Andreani e la Mongolfiera”. Questo progetto artistico con i piatti di ceramica, diventerà una splendida mostra in occasione dei 150 anni della città, interamente realizzata a mano dai bambini con risultati davvero incredibili.

La storia locale: da sempre un cammino per le classi 4° e 5°
IMG_9021Questa tappa obbligata con un’affascinante volo tra i racconti della compagnia che si perdono nel tempo e nella favola del Conte Andreani, è solo una delle vie percorse dalle classi a ritroso nel tempo, che si incrocia con l’esperienza diretta tra passato e presente della loro città: Da sempre si insegna la storia locale ai bambini -ha spiegato la Maestra Patrizia Vecchioe anche quest’anno abbiamo raccontato di quanto Brugherio fosse un tempo località di villeggiatura per i ricchi nobili delle città che qui avevano splendide ville, e al contempo quanto la sua vocazione agricola fosse forte e concentrata nelle tante cascine. Così abbiamo passeggiato per la città guardando con occhi diversi la Villa del Comune, il Palazzo della Biblioteca, Moncucco con il tempietto e la Villa, e poi le cascine, come la Pareana ad esempio, dove siamo stati invitati e dove i bambini hanno visto e toccato con mano cosa sia la vita in cascina ancora oggi”.

Una mattina normale dunque, con lezioni speciali che solo la scuola sa dare, dove le radici di Brugherio tese verso il sogno del volo, si sono insinuate tra i banchi di scuola sospinte dal soffio della Compagnia della Mongolfiera, e hanno colpito nel segno i piccoli studenti attenti e curiosi. I 150 anni sono una festa, ma finché la scuola sarà buona maestra come in questo caso, sono gettate le basi per altri 150 anni di voli futuri.

IMG_9017