CARUGATE
CON HUMUS ART SI SVELANO RICORDI E INTRECCI DEL VISSUTO DEI CARUGATESI

Vi avevamo già parlato del connubio tra festa del paese e arte contemporanea (clicca qui).
Ebbene, domenica 21 è stata proprio una giornata ideale per unire entrambi questi elementi, rendendo i cittadini partecipi della festa presente e di un pensiero futuro sul loro paese.

Una buona dose delle iniziative che Humus Art propone come biennale di arte contemporanea, è stata sperimentata domenica dai cittadini, che hanno trovato in piazza Manzoni uno stand tutto dedicato dove hanno potuto partecipare a svariati progetti.

Hanno riscosso successo le cartoline de “i luoghi dell’anima” attraverso le quali i carugatesi hanno segnalato il loro luogo preferito e raccontato il perché sia così speciale. Tante le segnalazioni di quegli spazi dove si sono creati legami importanti che accompagnano le persone per tutta la vita. Al vertice dei luoghi segnalati anche gli spazi verdi e piazza Manzoni oltre che Atrion e la Biblioteca. Sono emerse storie personali e collettive agganciate fortemente al territorio di Carugate, che diventa così una parte importante della memoria di ciascuno

L’iniziativa di raccolta delle cartoline, proseguirà in biblioteca civica fino a novembre per consentire a tutti gli interessati di scrivere il loro pensiero.

“Relazioniamoci” invece, è stato un altro progetto al quale si è lavorato nella giornata della Festa del Paese. Tutti i cittadini hanno potuto segnalare i percorsi quotidiani sulla mappa di Carugate. Ciò che ne è emerso è un intreccio di trame, legami sociali e familiari che animano un territorio che troppo spesso viene considerato povero di relazioni.

I bambini inoltre hanno potuto cimentarsi con il progetto “sognare” e disegnare i loro sogni, maturati negli spazi quotidiani da loro vissuti: la casa, la scuola, l’oratorio e il parco giochi. Ne è emersa così una costellazione di speranze piena di fantasia e colore.

Il risultato di tutti questi progetti sarà esposto in una mostra a conclusione di Humus Art che verrà inaugurata il 27 novembre alle ore 20.45 presso il centro culturale Atrion. Oltre a questa esposizione, sempre la stessa sera verranno aperte al pubblico altre due mostre frutto della collaborazione con enti di prestigio: l’Accademia di Belle Arti di Brera e l’Istituto Pavoniano Artigianelli.

Inoltre in biblioteca verrà inaugurata un’opera collettiva realizzata da cittadini carugatesi e studenti di Brera che lavoreranno fianco a fianco per creare, con tecniche sperimentali e d’avanguardia, un elaborato che entrerà a far parte del patrimonio comunale.

Il workshop è ideato e verrà condotto e curato dalla Prof.ssa Alessandra Angelini, artista e docente dell’Accademia di Belle Arti di Brera. Sempre il 27 novembre verranno inoltre esposti i testi e i materiali delle associazioni di Carugate che racconteranno il loro vissuto nel territorio, evidenziando il ruolo fondamentale che queste realtà rivestono nella costruzione del senso di comunità.

Oltre a ciò verrà esposto il risultato degli shooting fotografici realizzati in collaborazione con il nostro quotidiano e finalizzati alla conoscenza e alla valorizzazione di Carugate attraverso la fotografia. Sguardi diversi che attraverso l’obiettivo indagano il quotidiano.

Invitiamo gli interessati a seguire gli sviluppi della biennale sul nostro sito che ne è media partner, e ovviamente consultando il sito www.humusart.net  ricco di altre importanti informazioni.

IMG_0018