Melzo inaugura la nuova sede del Centro Diurno Disabili

Sabato 26 novembre il Consigliere delegato all'Edilizia scolastica, impiantistica sportiva e gestione Idroscalo, Roberto Maviglia, parteciperà al taglio del nastro

Grand opening, ribbon cut, overhead of gold scissors cutting red velvet ribbon on black
Grand opening, ribbon cut, overhead of gold scissors cutting red velvet ribbon on black

Istruzione e welfare in unico ambiente, grazie, anche, al contributo della Città metropolitana di Milano.

L’appuntamento è per sabato 26 novembre, alle ore 11.00 (alle 10 inaugurazione e visita della scuola primaria) il Consigliere delegato all’Edilizia scolastica, impiantistica sportiva e gestione Idroscalo, Roberto Maviglia, presenzierà all’inaugurazione della nuova sede del Centro Diurno Disabili di Melzo, presso la Scuola Primaria Saint-Exupery dell’I.C Mascagni. La Città metropolitana ha contribuito alla realizzazione dell’opera per 1,5 milioni di euro, a seguito di un Protocollo d’Intesa “per il finanziamento di opere e interventi di rilevanza sovracomunale, in correlazione alla prevista realizzazione della tangenziale est esterna di Milano”.

Un contributo da 1.5 milioni di euro

Il Centro Diurno Disabili, rivolto a persone tra i 18 e 65 anni con gravi disabilità, era accreditato per 30 persone e ne ospitava 25 proveniente dal circondario, ma la struttura era inadeguata. La Città metropolitana di Milano, rilevata la natura sovralocale del progetto, ha contribuito per 1,5 milioni di euro al progetto di riqualificazione dell’edificio di via Bologna, che al primo piano ospita il nuovo CDD.

Sabato, l’inaugurazione dell’opera. «Ho raccolto con piacere l’invito del sindaco di Melzo, Antonio Fusè a tagliare insieme il nastro di questo nuovo Centro Diurno che sarà un importante punto di riferimento per le famiglie di persone disabili di tutto il territorioafferma il consigliere delegato Roberto Maviglia – E’ sempre emozionante vedere un progetto ambizioso diventare realtà, soprattutto quando risponde alle esigenze concrete delle fasce più fragili della popolazione. Il compito della Città metropolitana di Milano, che mi onoro di rappresentare è anche questo: sostenere i Comuni nel rispondere alle esigenze del territorio e dei suoi abitanti, soprattutto dei più deboli. Complimenti al Comune di Melzo e un augurio ai futuri ospiti, che possano fruire al meglio di questo servizio»