A Gorgonzola entrano in vigore due ordinanze anti alcolici

Dal 27 giugno al 25 agosto regole per garantire decoro, vivibilità e sicurezza urbana

L’Amministrazione comunale di Gorgonzola ha comunicato che, a partire da lunedì 27 giugno e fino a giovedì 25 agosto, sul territorio entra in vigore il divieto di vendita per l’asporto e il consumo immediato di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle 20.00 fino alle 6.00.

L’intento è quello di contrastare i fenomeni di disturbo alla quieta pubblica, degrado del decoro urbano e scarsa sicurezza per la presenza di persone incivili, moleste, a volte aggressive e violente.

“Garantire decoro, vivibilità e sicurezza urbana”

Le due ordinanze, a firma del sindaco Angelo Stucchi, comprendono anche il divieto di abbandono di bottiglie in vetro, lattine bicchieri e di qualsiasi materiale e/o contenitore nelle aree pubbliche al fine di evitare di ledere il decoro, ma anche l’incolumità delle persone che frequentano o transitano in tali aree pubbliche quotidianamente.

«Continuiamo, soprattutto nel tempo dell’estate il nostro impegno per garantire decoro, vivibilità e sicurezza urbana – ha dichiarato il primo cittadino Angelo StucchiIn queste settimane registriamo un aumento di persone che consumano bevande alcoliche in spazi o aree pubbliche che creano condizioni di degrado e insicurezza nei luoghi frequentati da molti cittadini. Si può e si deve vivere la socialità avendo rispetto per la città e per chi vi risiede. L’eccesso del consumo di bevande alcoliche non deve impedire di frequentare spazi soprattutto all’aperto».

Il fenomeno è particolarmente rilevante nei mesi estivi e in alcune zone della città come l’area pedonale compresa tra le vie Marconi, Monsignor Cazzaniga, Argentia, Piazza De Gasperi, P.zza Europa, Stazioni Metropolitana -C.na Antonietta, Gorgonzola, Villa Pompea- nonché Via Matteotti, P.zza Italia, Vicolo Corridoni, P.zza Della Repubblica e P.zza Garibaldi e altri luoghi di aggregazione quali parchi pubblici e piazzali.

 «L’ordinanza che vieta il consumo di alcolici all’aperto e alla loro vendita da asporto va in questa direzione. Agli esercenti – ha continuato il primo cittadino – chiedo collaborazione per andare tutti insieme verso un’estate da vivere insieme senza vivere situazioni che generano insicurezza e degrado cittadino. Credo che questo possa solo giovare a loro e alla nostra città».

Il divieto di vendita è valido per tutte le tipologie di esercizi pubblici, esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di distribuzione, fatta eccezione per i pubblici esercizi, in sede fissa e all’esterno degli stessi nelle aree in concessione e durante le manifestazioni organizzate, ove sono consentiti esclusivamente la somministrazione e il consumo sul posto con servizio al tavolo, facendo appello alla serietà degli esercenti.

 

Augusta Brambilla