Quando la nazionale di Paolo Rossi si allenò al Primo Maggio: la call di Segrate per recuperare le fotografie di quel giorno

Gli scatti saranno esposti nella mostra "Scatti d'Azzurro" che celebra la vittoria dell'Italia ai Mondiali del 1982

L’Amministrazione comunale di Segrate, nell’ambito dell’iniziativa “Segrate ai tempi di Pablito” che si terrà nel mese di giugno, lancia una call alla cittadinanza per recuperare le immagini di quando la Nazionale Italiana di Paolo Rossi, campione del Mondo nel 1982, si allenò al campo di via Primo Maggio. Le fotografie saranno inserire nella mostra “Scatti d’Azzurro-1982 L’Italia di Bearzot e Segrate 2022” con gli scatti di Giorgio Passoni.

40 anni d’ Azzurro

Il Campionato mondiale di calcio o Coppa del Mondo FIFA 1982 è stata la dodicesima edizione del campionato mondiale di calcio per squadre nazionali maggiori maschili, organizzato dalla FIFA ogni quattro anni. Si è tenuto  in Spagna dal 13 giugno all’11 luglio 1982, e la squadra vincitrice è stata l’Italia, che ha sconfitto 3-1 la Germania Ovest in finale e ha conquistato il suo terzo titolo mondiale.

«Segrate ai tempi di Pablito è l’evento che stiamo organizzando per il prossimo giugno – ha dichiarato il sindaco Paolo Micheli -. A quarant’anni da quello straordinario successo i segratesi di lungo corso ricordano ancora perfettamente che la nostra città fu grande protagonista di quel momento. La prima uscita per una partita ufficiale da campioni di Rossi, Zoff, Conti, Cabrini, Tardelli e di tutti gli eroi di quella incredibile Nazionale allenata da Bearzot fu sull’erba dello stadio di via Primo Maggio, in occasione della gara valida per le qualificazioni agli Europei disputata il 13 novembre 1982 a San Siro contro la Cecoslovacchia terminata 2 a 2. La Nazionale alloggiava al Jolly Hotel di Milano 2 e per una serie incredibile di coincidenze si ritrovò a preparare la partita sul prato del nostro stadio da poco rifatto – ha ricordato il sindaco -. I segratesi seppero ripagare quella straordinaria opportunità con un’accoglienza festosa. Fu un momento storico per la città che proprio in quegli anni studiava da grande, preparando la trasformazione da paese a città con una propria identità».

Tra le iniziative in programma ci sarà la mostra intitolata “Scatti d’Azzurro – 1982 L’Italia di Bearzot e Segrate 2022” in cui le protagoniste saranno le splendide foto di Giorgio Passoni, il fotografo segratese che immortalò Pablito e compagni e tanti segratesi durante quegli allenamenti.

«L’appello che rivolgiamo a tutti i segratesi – ha spiegato il sindaco – è di aprire i cassetti e cercare negli album le foto di quei momenti. Il bagno di folla che accompagnò gli Azzurri di Bearzot fu incredibile».

A 40 anni dalla storica vittoria, gli azzurri guidati da Enzo Bearzot disputarono a Segrate la prima partita da campioni del mondo.

«Del giornalista segratese Massimo Veronese, artefice di quelle giornate segratesi a tinte azzurre, l’idea di organizzare un evento-ricordo di quella Nazionale e di quel particolare momento storico della città – ha proseguito l’assessore allo Sport Barbara Bianco -. Un’idea che abbiamo subito accolto con entusiasmo perché attraverso un momento di grande sport possiamo raccontare la nostra città e la sua storia. Tutti volevano avere un ricordo con i campioni – ha concluso l’assessore Bianco -,quindi ci saranno tantissime immagini che potranno contribuire a ricordare quell’avvenimento».

Dove inviare le fotografie

Le fotografie possono essere inviate, in formato digitale, a stampa@comune.segrate.mi.it con una breve didascalia o consegnate, a mano in busta chiusa, presso la reception del Comune, scrivendo sul retro il vostro nome, cognome e numero di telefono per la restituzione.

Augusta Brambilla