Giulia Buzzi, la giovane promessa del nuoto italiano è di Vimodrone

Ha solo 14 anni ma un palmarès di tutto rispetto. Giulia Buzzi conquista l'oro ai campionati giovanili di Riccione

Un successo dietro l’altro, l’ultimo é arrivato in questo week-end del 25 -27 Marzo 2022, quando Giulia Buzzi, giovanissima nuotatrice vimodronese di soli 14 anni, ha sbancato anche i campionati italiani giovanili di Riccione, salendo sul gradino più alto del podio dei 100 metri dorso e conquistando due medaglie di bronzo nei 50 e 200 metri dorso.

GUARDA QUI IL VIDEO DELLA GARA

Impegno, fatica e sacrificio

«Il nuoto è uno sport di tanta fatica e poco riconoscimento – ha detto Gianluca Buzzi, papà di Giulia e suo primo tifoso – anche per chi come nel nostro caso sostiene le passioni dei nostri ragazzi e macina chilometri per accompagnarli ad allenamenti quotidiani e gare, ma soprattutto per Giulia che allo sport dedica tantissime energie, tempo e sacrifici». 

Giulia è una ragazza di 14 anni e come tutti gli adolescenti va a scuola, frequenta un liceo artistico, studia ed è impegnata tra compiti, interrogazioni e compiti in classe. Ma a differenza dei suoi coetanei la sua attività sportiva la tiene impegnata 7 giorni su 7. Il suo pranzo, ormai da anni è un panino veloce in macchina, perchè dall’uscita di scuola vola a Mecenate ad allenarsi fino alle 19. Uno sport, quello del nuoto agonistico, dove anche il giro economico non è certo al livello di calcio, basket e pallavolo. Basti pensare che dopo il fallimento di Gesti Sport di Carugate (LEGGI QUI), e quindi della squadra élite di cui Giulia faceva parte, i suoi genitori hanno dovuto cercare un’alternativa a spese loro per permettere alla ragazza di continuare ad allenarsi, prima di trovare casa alla Pro Sport di Gorgonzola.

Palmarès 

Un impegno che Giulia ha portato avanti negli anni con sudore e sacrificio e che l’ha vista addirittura indossare il costume più ambito da ogni atleta: quello della nazionale, lo stesso che la ragazza non ha mai voluto gli fosse regalato dai suoi genitori, ma conquistato per meriti sportivi. Un amore nato quasi per gioco all’età di 4 anni, in una piscina d’albergo durante le vacanze estive. Da allora Giulia e l’acqua non si sono più separati e bracciata dopo bracciata, la giovane vimodronese ha collezionato una vittoria dietro l’altra fino ad arrivare al titolo italiano di dorso a soli 9 anni, che ha poi replicato ad agosto agosto 2021 con un altro oro ai campionati italiani. Lo scorso mese ha partecipato ai campionati regionali lombardi e ha fatto ancora il pieno di premi con una medaglia d’oro 100 metri dorso con il tempo di 1’01″73, una medaglia d’argento nei 50 metri dorso, con il tempo di 28″88 e tre bronzi rispettivamente nei 400 metri stile libero, 200 stile libero  e nei 200 dorso. Oggi Giulia non ha la minima intenzione di fermarsi e dopo aver sbancato i campionati giovanili di Riccione è già al lavoro per la prossima sfida: gli assoluti 50 e 100  dorso, dove la vimodronese si confronterà con gli atleti più forti a livello italiano.