Incidenti sul lavoro, sembra non esserci una soluzione: morti a Torino un carugatese e un cassanese

Sono stati messi dei fiori sul luogo dell'incidente in segno di lutto

Immagine di repertorio

Dati non certo stimolanti, quelli che riguardano gli infortuni e le morti sul lavoro nel 2021. Tra gli ultimi dell’anno purtroppo si è aggiunto un incidente a Torino che ha coinvolto anche un cassanese e un carugatese, che si trovavano a bordo di una gru che, crollando, non ha lasciato scampo alle due vittime.

Tra i feriti anche dei passanti

La gru dentro cui lavoravano le vittime si trovava in via Genova 107, a Torino. A perdere la vita sono stati Marco Pozzetti, di Carugate e Roberto Peretto, di Cassano. Oltre a loro anche Filippo Falotico, della provincia di Torino. Tre anche i feriti coinvolti nell’incidente: Mirzad Svraka, quarto operaio e due passanti.

Maggioni alla famiglia di Pozzetti: «Vi siamo vicini nel vostro dolore»

Il Sindaco di Carugate Luca Maggioni, una volta appresa la notizia, ha dichiarato sui social: «Una tragedia per la quale è difficile trovare le parole giuste. Una tragedia a Torino che coinvolge anche Carugate, con la scomparsa di un nostro concittadino che ci lascia confusi e rattristati. Tanti sono i pensieri di incredulità per una tragedia del genere sul posto di lavoro ma in questo momento è opportuno il silenzio e il rispetto. A nome mio, dell’Amministrazione comunale e di tutta la città di Carugate le più sentite condoglianze alla moglie, ai figli e a tutta la famiglia. Vi siamo vicini nel vostro dolore».

Lutto anche a Cassano per Roberto Peretto che solo cinque anni fa si era candidato alle Amministrative con la lista dell’attuale Sindaco Fabio Colombo.

Gli incidenti sul posto di lavoro continuano ad aumentare

Ci si chiede come sia ancora possibile che certe tragedie possano continuare a verificarsi nel 2021. In questa direzione i dati sugli incidenti sul posto di lavoro sono poco incoraggianti: le denunce di infortunio sul lavoro sono aumentate del 6,3% rispetto allo scorso anno e, anche se i dati rispettivi alle morti sul lavoro sono diminuite (-1,8%), i numeri preoccupano ancora. Resta quindi aperta la questione: come ci si impegnerà per i prossimi anni affinché non ci si ritrovi più di fronte a queste tragedie?