A Segrate in arrivo la mostra “Fortunato Depero Automitografia futurista. Intorno al libro imbullonato del 1927”

Parallelamente alla mostra verranno organizzate conferenze, laboratori, concerti

Un’esposizione imperdibile, quella organizzata a Segrate che verrà inaugurata venerdì 10 dicembre alle 18.30 presso il Centro Verdi di via XXV Aprile che vedrà come protagonista il futurista Fortunato Depero. L’evento sarà accompagnato da brani di Satie, Stravinsky, Casella, Milhaud suonati per l’occasione da Maurizio Carnelli e Angelo Colletti.

“FORTUNATO DEPERO AUTOMITOGRAFIA FUTURISTA. Intorno al libro imbullonato del 1927”

Si potrà vedere la mostra tutti i giorni, dalle 10 alle 18.30, fino al 6 febbraio 2022 (gli unici giorni in cui il Centro civico sarà chiuso sono il 15 dicembre, dal 24 al 31 dicembre e dall’1 al 6 gennaio). Il progetto, a cura di Gianluca Poldi, prevede parallelamente all’esposizione conferenze, laboratori, musica e poesia.

Un’occasione da non perdere quindi, che vedrà come nucleo del progetto la riproduzione del libro Depero Futurista (1927); nella presentazione della mostra è stato spiegato: «rilegato con bulloni metallici, progettato dallo stesso progettato dallo stesso Depero con una grafica innovativa e un contenuto eterogeneo: disegni, progetti, dipinti, sculture, fotografie di allestimenti, poesie futuriste, testi critici, citazioni… Un’autobiografia in forma di volume di concezione radicalmente nuova, specchio del multiforme suo ingegno, edita da Dinamo Azari, casa fondata dall’amico pittore, aviatore e imprenditore Fedele Azari in quello stesso anno».

 

La mostra non si esaurisce con la sola esposizione del libro e di alcune opere dell’autore. Lungo la scala che conduce all’esposizione, infatti, verranno appese alcune poesie di Boccioni, di Soffici e di Nelson Morpurgo, scelte come adeguata premessa e accompagnamento all’esperienza artistica.