Decreto Green Pass: le misure in vigore e quelle previste a partire da settembre

Scattano da oggi le nuove regole per accedere ai luoghi al chiuso. Da settembre misure estese anche a personale scolastico e trasporti

E’ in vigore da oggi, venerdì 6 agosto, il Decreto Green Pass, che permette di svolgere alcune attività solo con l’esibizione del certificato verde, mentre nella serata del 5 Agosto, il Governo ha allargato la platea delle attività per le quali sarà necessario esibire il certificato a partire dal 1 settembre.

Il Green Pass: come si ottiene

Possono ottenere il Green Pass coloro che hanno ricevuto almeno la prima dose di vaccino, che sono guariti dal Covid-19 nei 6 mesi precedenti e le persone che hanno effettuato un tampone (risultato negativo) entro le 48 ore precedenti l’esibizione del certificato.

Cosa è possibile fare solo con il Green Pass

A partire da oggi, venerdì 6 agosto, è necessario esibire la certificazione verde per:

  • Sedersi al chiuso in bar e ristoranti
  • Accedere a musei, altri istituti e luoghi della cultura
  • Assistere a spettacoli aperti al pubblico, ad eventi e competizioni sportive
  • Accedere a piscine, centri natatori, palestre e fare sport di squadra (solo per attività al chiuso)
  • Accedere a centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • Partecipare a sagre, fieri, convegni e congressi
  • Accedere a centri culturali, sociali e ricreativi
  • Accedere a sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Partecipare a concorsi pubblici

Il Green Pass non è invece necessario per accedere ai centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi.

Cosa cambia dal 1 settembre

Green pass obbligatorio anche per tutto il personale scolastico e per chi utilizzerà i trasporti a media-lunga percorrenza.

A partire dal 1 settembre per garantire il rientro in presenza a scuola, tutto il personale scolastico e universitario e gli studenti universitari (che potranno essere sottoposti a controlli a campione) dovranno essere muniti di green pass. Il mancato rispetto del requisito sarà considerato assenza ingiustificata e a decorrere dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro sarà sospeso con conseguente sospensione della retribuzione.

Trasporti

Stessa sorte anche per chi viaggia e si sposta tra più regioni. Solo chi sarà munito di Green pass potrà infatti salire a bordo di un aereo, di navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, ad esclusione di quelli impiegati per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina. Obbligo del certificato verde anche per chi dovrà prendere un treno di tipo Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità, mentre per gli autobus la discriminante sarà il collegamento tra due o più regioni. Escluse per ora dal provvedimento le metropolitane e gli autobus di linea locali.