Bussero, il centro polifunzionale finalmente pronto a funzionare a pieno regime

L'inaugurazione a ottobre in occasione della festa del paese

Si prepara finalmente a funzionare a pieno regime il centro polifunzionale di Bussero, che già dal mese di gennaio ospita le attività del centro di aggregazione giovanile “Geko”. Oltre alla struttura di ristoro e ai locali dedicati alla fisioterapia, entro inizio settembre sarà affidato il “cupolone”, collocato nella parte superiore della struttura, e il teatro.

Chi lì gestirà porterà a Bussero attività formative-artistiche, mantenendo sempre un rapporto con l’Amministrazione e con il mondo scolastico del paese. Il gestore dovrà infatti garantire gli spazi al Comune per 50 giorni l’anno e alle scuole di Bussero 500 ore di attività formative.

«A prescindere da come si concluderà la gara, voglio rivolgere un ringraziamento a quelle realtà che hanno visto in Bussero e nel suo nuovo centro polifunzionale un luogo dove invesAre e far crescere i loro progetti – ha dichiarato il vicesindaco e assessore al Patrimonio Massimo Vadori Una partnership tra pubblico e privato che porterà alla nostra comunità, alle sue associazioni e scuole un valore aggiunto non indifferente».

La palestra presente nel centro polifunzionale offrirà alle associazioni sportive di Bussero uno spazio nuovo e sicuro dove svolgere le loro attività. Questo, nelle intenzioni dell’Amministrazione, “libererà” le palestre delle scuole, che rimarranno nella disponibilità degli alunni, così da limitare al minimo il rischio di contagio da Covid-19.

L’inaugurazione in occasione della festa del paese

In attesa dell’inaugurazione, che avverrà in occasione della festa del paese, all’esterno del paese sono state piantate 35 piante da CEM Ambiente Spa, che verranno curate dal circolo di Legambiente “La poiana” e per garantire la sicurezza della struttura sono stati installati 14 impianti di videosorveglianza.

«Una struttura per i busseresi, ma che ha l’ambizione di diventare anche uno dei centri dell’attività culturale-sportiva della Martesana – ha aggiunto Vadori – Un centro che contiamo di consegnare nella sua piena funzionalità alla cittadinanza in occasione della festa del paese, ai primi di ottobre. Come nella tradizione busserese siamo abituati a lavorare molto, con fatica, per raggiungere gli obiettivi, senza pensare molto ai nastri delle inaugurazioni. Nelle prossime settimane lavoreremo anche sulle iniziative da proporre per l’inaugurazione, con il nostro stile, sobrio e semplice».