Carugate: un murales per dire no alla violenza sulle donne

L'idea è partita dal CAG "Epicentro" e dal Forum Giovani Principio Attivo. Un evento che ha coinvolto tutta la cittadinanza

Un murales come testimonianza, un grido in sostegno alla lotta contro la violenza sulle donne. È questa l’idea che si è concretizzata in un vero e proprio evento sabato 10 luglio al Parco Centro di Carugate. Una proposta avanzata dal CAG locale “Epicentro” e dal forum giovani “Principio Attivo” che ha coinvolto tutta la cittadinanza.

Matteo Sorice: «Un invito alla cittadinanza per lasciare il segno»

Matteo Sorice, responsabile del centro di aggregazione giovanile di Carugate ha spiegato l’iniziativa: «Questo evento nasce dalla voglia di portare avanti una campagna presentata lo scorso novembre. Abbiamo così deciso di invitare tutta la cittadinanza a partecipare attivamente alla realizzazione del murales con la scritta Carugate dice NO, insieme agli street artist Sobre e Beks. Chiunque, dai bambini agli adulti, potevano lasciare la loro ‘impronta’ poggiando le loro mani dipinte di bianco sul muro».

Un evento senza colore politico 

Presenti all’evento di sabato 10 luglio molti cittadini, dai più piccoli agli adulti. Tra questi, anche diversi rappresentanti dei gruppi politici di Carugate: un gesto importante, che ha sottolineato l’importanza di un’iniziativa senza ‘colori politici’, da sostenere attivamente con la speranza di sensibilizzare il proprio comune.