Seggiano, un parco dedicato ad Antonino Gulino

Posizionata anche la statua che ritrae il giovane calciatore, morto nel 1982 dopo essere stato colpito da un fulmine

Un portiere che si appresta a catturare il pallone con le mani. Questo raffigura la statua, realizzata nel 1983 da Enzo Costa, dedicata ad Antonino Gulino, chiamato da tutti Antonello, portiere 12enne morto sul campo della U.S. Seggianese il 12 giugno del 1982 durante una partita di calcio. La statua è già stata collocata al centro di quello che oggi è il parco tra via Walter Tobagi e via Guido Rossa, che sarà intitolato ad Antonello con una cerimonia ufficiale Sabato 12 giugno alle ore 10.30.

No Banner to display

Il 12 giugno di quasi quarant’anni fa Antonello stava disputando una partita con la sua squadra, la Seggianese, quando si accasciò a terra colpito da un fulmine che non gli lasciò scampo. Quel ragazzino è rimasto impresso nella memoria di tanti abitanti del quartiere e per questo motivo l’Amministrazione comunale ha deciso di intitolargli il parco. Alla cerimonia saranno presenti la sindaca Ivonne Cosciotti, la Giunta, il presidente FDC Pioltellese 1967 ASD, il presidente della Consulta Sportiva, il direttivo della Consulta e i presidenti delle Associazioni sportive.