Finalmente è musica: la scuola media “Rita Levi Montalcini” di Cernusco torna sul palco (VIDEO)

Il concerto all'aperto dei ragazzi e ragazze della scuola media ad indirizzo musicale di Cernusco "suona" come segno di rinascita. Bottino pieno anche al concorso musicale "on line" di Verona


Dopo un anno e mezzo di silenzio, la sezione musicale della scuola secondaria di primo grado “Rita Levi Montalcini” di Cernusco sul Naviglio, torna finalmente a suonare in pubblico.

No Banner to display

Per chi sceglie di fare musica, il concerto rappresenta una tappa fondamentale nell’evoluzione personale e professionale, specie se i musicisti sono giovanissimi studenti delle scuole medie: misurarsi con chi ascolta, gestire emozioni, lavorare sulla concentrazione, sono solo alcuni degli aspetti di cui i ragazzi della media musicale di Cernusco si sono dovuti privare per oltre un anno e mezzo, a causa della pandemia e delle restrizioni dovute al covid.

Ma alunni e professori non si sono persi d’animo, si sono riorganizzati e in meno di un mese hanno preparato un’esibizione che ancora una volta ha lasciato tutti a bocca aperta. Chitarre, clarinetti, flauti e pianoforti di prima, seconda e terza media in formazione ridotta, divisi per classi e per quest’anno all’aperto, sono potuti finalmente tornare a fare ciò che amano di più: suonare insieme.

Eccellenza

Che la sezione musicale della scuola media “Rita Levi Montalcini”, sia considerata da tempo una eccellenza nel panorama lombardo, ormai non è più un mistero (Leggi QUI), ma di certo, mai nessuno avrebbe pensato di partecipare a un concorso musicale on-line e riuscire, anche il quel caso, a salire sui gradini più alti del podio. E’ successo ai cernuschesi, in occasione del concorso online “Scuole in Musica”, indetto dal Comune di Verona, ottenendo risultati eccellenti su 3000 partecipanti, con un primo premio assoluto per l’ensamble delle tastiere  (valutazione 98/100). “L’esperienza del concorso musicale on-line – ha detto Massimo Brambilla, professore di chitarra – è stata una crescita personale e professionale per alunni e professori, i ragazzi hanno risposto con impegno ed entusiasmo e tantissima soddisfazione”.