Cernusco, un evento organizzato in occasione del compleanno di Patrick Zaki

Al ricercatore egiziano detenuto dal febbraio 2020 il Consiglio comunale aveva deciso di conferire la cittadinanza onoraria

Mercoledì 16 giugno Patrick Zaki compie 30 anni, ma il suo compleanno lo passerà in un carcere egiziano. Per non abbassare l’attenzione sulla vicenda del ricercatore egiziano che studiava all’università di Bologna, arrestato nel febbraio 2020 con l’accusa di propaganda sovversiva, il Comune di Cernusco sul Naviglio ha organizzato un evento il 16 giugno alle ore 18.30 a Villa Greppi, con la presenza di Marco Vassalotti, autore del libro dedicato a Patrick Zaki “Voglio solo tornare a studiare”.

La cittadinanza onoraria

Cernusco da tempo ha sollevato l’attenzione sulla detenzione del ricercatore egiziano. Un crescendo che ha portato, nel giugno 2020, il Consiglio comunale a impugnare l’Amministrazione a conferirgli la cittadinanza onoraria.

Una strategia adottata da molti Comuni italiani per non abbassare l’attenzione, per non spegnere i riflettori. Diversi sindaci della Martesana si erano detti anche favorevoli al conferimento della cittadinanza italiana a Patrick Zaki, proposta dall’Università di Bologna.

«Auspico che l’Italia chieda con forza il rispetto dei diritti umani. Nessuno può essere condannato perché pensa e immagina un mondo diverso» aveva dichiarato la sindaca di Pioltello Ivonne Cosciotti. All’appello aveva risposto anche il sindaco di Segrate Paolo Micheli. «Zaki è nostro fratello, figlio, amico e deve essere libero. Libertà e Verità, per Patrick, per la civiltà – aveva aggiunto – Lo rivogliamo presto a casa, in Italia». 

Lo steso sindaco di Cernusco sul Naviglio Ermanno Zacchetti si era detto favorevole, chiedendo «il ritorno al più presto di Patrick dai suoi familiari e amici».