Gorgonzola, il 2 giugno si inaugura la mostra “Fantasie Familiari”

L’omaggio dell’artista Anna Rossi alla sua città

Palazzo Pirola torna a riaprire le sue sale e accoglie la mostra “Fantasie Familiari” dell’artista gorgonzolese Anna Rossi. Un percorso dedicato alla sua città natale e al contesto quotidiano vissuto da bambina. Colori e natura si fondono agli oggetti presenti nella casa di origine e creano le suggestioni per pensieri fantasiosi e giochi d’infanzia. 

No Banner to display

Ricordi suddivisi in capitoli

Anna Rossi, classe 1970, si diploma in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Nel 1997 frequenta il Corso di specializzazione post-laurea “Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive”. Vive e lavora a Bologna.

Il processo artistico di Anna Rossi è incentrato sull’evocazione di storie, paesaggi ed esistenze incontrate nel proprio vissuto quotidiano e stratificate nel tempo in memorie rarefatte. 

«Nel ricordo dell’artista, in quell’epoca in cui tutto appariva nel suo ordine spontaneo, ogni cosa aveva una sua importanza, non c’era spreco o scarto perché anche quel che non serviva veniva conservato, nella certezza che prima o poi sarebbe stato utile – si legge nella presentazione della mostra – Con questa consapevolezza nasce la necessità di trattenere quelle semplici meraviglie che hanno contribuito, nel loro insieme, ad alimentare la sua creatività: le texture dei tessuti, le stampe sui fazzoletti, le grafiche delle carte da regalo, i ricami della dote di famiglia e i paesaggi del naviglio». 

Otto percorsi visivi e sensoriali: Gli Umori della famiglia R., Erbario genealogico, Bandiera fantastica, La mia dote, I tuoi mille pensieri, Ritratto di famiglia, Camminando da qui a lì e Genius Loci. 

«La narrazione espositiva – si legge nella presentazione della mostra – segue un percorso che da un grandangolo si stringe poco a poco mettendo sempre più a fuoco le tappe della formazione di una personalità creativa che, con questa mostra, decide di manifestare il suo riconoscimento a chi ha contribuito a costruire la sua identità d’artista».

L’inaugurazione si terrà mercoledì 2 giugno alle 17.00 a Palazzo Pirola. La mostra resterà aperta dal 3 al 13 giugno, da lunedì a venerdì dalle 16.00 alle 19.00 e sabato e domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00. Il testo critico è curato da Sabrina Samorì e l’introduzione e le didascalie sono di Elisa Schiavina.

Augusta Brambilla