“Vuoi il mio posto? prendi la mia disabilità”: partita a Cologno una campagna di sensibilizzazione

L'iniziativa parte da una mozione votata all'unanimità nel giugno 2019. Cologno Solidale e Democratica e CAT rivendicano la paternità dell'operazione e chiedono di fare di più

“Vuoi il mio posto? Prendi la mia disabilità”. A Cologno Monzese è partita la campagna di sensibilizzazione per il rispetto dei diritti dei disabili, con 20 cartelli installati nei pressi degli stalli riservati ai cittadini diversamente abili.

«Questa campagna è un piccolo ma significativo passo per contrastare la pratica irrispettosa e violenta dell’utilizzo improprio degli stalli di sosta destinati ai cittadini diversamente abili – ha dichiarato il sindaco Angelo Rocchi – Si tratta di una battaglia di civiltà che tutti devono rispettare e segue le previsioni della convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità in tema di accrescimento della consapevolezza e di contrasto alle pratiche dannose nei confronti dei disabili».

Tutto nasce da una mozione del 2019

L’iniziativa nasce da una mozione votata all’unanimità nel giugno 2019 dal Consiglio comunale e presentata dal Cologno Solidale e Democratica, congiuntamente al Collettivo di Azione Territoriale (C.A.T.). E sono proprio loro a rivendicare la paternità della proposta e del risultato, considerato in ogni caso raggiunto in ritardo e non ancora sufficiente.

«Ancora una volta ci tocca stigmatizzare l’atteggiamento ottuso e miope del Sindaco Rocchi che si attesta i meriti senza riconoscerli a chi li ha – hanno dichiarato CSD e CAT in un comunicato congiunto –  Nel suo comunicato stampa l’amministrazione omette, come è nel suo stile, di ricordare che la paternità dell’iniziativa è stata di forze politiche all’opposizione, poi accolta da tutti i consiglieri. Segnaliamo inoltre il grave ritardo con cui sono stati acquistati e poi installati i 20 cartelli, quasi due anni e l’esiguità degli stessi a fronte del numero complessivo dei parcheggi riservati ai disabili».

La forza politica e il collettivo hanno inoltre invitato l’Amministrazione comunale a eseguire una mappatura dei posti riservati ai disabili, incrociando i dati con quelli dei pass rilasciati ai cittadini, così da valutare in caso di necessità la creazione di nuovi stalli.

Il sindaco Rocchi rivendica l’impegno verso la disabilità

Ma il sindaco Rocchi rivendica l’operato della sua Giunta sul tema della disabilità, sottolineando come questa campagna rappresenti solo una parte di un più ampio ventaglio di interventi a favore delle persone diversamente abili.

«La mia amministrazione da sempre pone molta attenzione su questo tema – ha concluso Rocchi – e negli anni si è verificato un aumento dei controlli da parte della Polizia Locale che, dal 2018 al 2020, ha erogato 803 sanzioni per parcheggi abusivi sugli stalli di sosta destinati ai cittadini portatori di handicap. Inoltre, questa azione va ad aggiungersi ad una serie di interventi sistematici per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici pubblici, nelle scuole e sull’intero territorio cittadino».