Lombardia arancione: un riassunto delle disposizioni

Didattica in presenza fino alle medie, superiori in classe dal 50 al 75%. Aperti i negozi

Da oggi, lunedì 12 aprile, la Lombardia è in fascia arancione. Il parziale allentamento delle misure anti contagio è arrivato Venerdì 9 aprile, con l’analisi dei dati del Comitato Tecnico Scientifico e la conseguente ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza.

No Banner to display

Le principali novità

Scuola

Possono frequentare le lezioni in presenza gli studenti fino alla terza media. Le scuole superiori organizzano la propria attività in presenza almeno per il 50% e non oltre il 75%.

Spostamenti

E’ consentito spostarsi all’interno del proprio comune dalle 5.00 alle 22.00 anche verso un’altra abitazione privata, per un massimo di due persone. In questo caso è possibile portare con sé i figli minori di 14 anni, persone disabili o non autosufficienti conviventi.

Rimane il divieto di uscire durante il coprifuoco o spostarsi dal proprio Comune salvo che per motivi di lavoro, salute e urgenza.

Attività commerciali

Vietato il servizio al tavolo per bar e ristoranti che possono effettuare servizio d’asporto: i locali con cucina fino alle 22.00, quelli senza fino alle 18.00. Consentita invece senza limiti di orario la consegna a domicilio.

Riaprono i negozi, i centri estetici e i parrucchieri. Chiusi i negozi all’interno dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, tranne quelli considerati di prima necessità come alimentari, farmacie, parafarmacie, tabacchi ed edicole

Cultura

Rimangono chiusi musei, cinema e teatri. Aperte le biblioteche ma solo su prenotazione.

Sul sito del Governo ulteriori dettagli