Dehors: pratiche velocizzate per la richiesta di occupazione del suolo pubblico per bar e ristoranti

Tutti i comuni si stanno mobilitando per agevolare il settore della ristorazione verso una pronta ripresa

Consumazioni presso bar e ristoranti sì, ma solo all’aperto: è questo quello che prevedono le nuove disposizioni in vigore fino al primo giugno 2021 per il settore della ristorazione delle regioni in zona gialla. Non tutti gli esercizi dispongono però di spazi fuori dal proprio bar o ristorante. Sulla base del Decreto Sostegni, a livello nazionale verranno agevolate tutte le richieste per la concessione di uno spazio all’aperto, il “dehors” TOSAP e COSAP.

No Banner to display

Tutti i comuni si stanno mobilitando per velocizzare le pratiche

In tutta Italia le amministrazioni si stanno mobilitando per rendere più agevoli le procedure di richiesta o di rinnovamento dei dehors, chiaramente in aumento; un’ulteriore agevolazione per bar e ristoranti è quella del prolungamento della durata di occupazione del suolo pubblico.

È stata prorogata fino al 30 giugno l’esenzione al canone unico

Un importante aiuto che arriva dal Decreto Sostegni è quello che prevede la proroga del versamento del canone unico, per cui bar e ristoranti sono esenti fino al 30 giugno 2021. Del canone unico fanno parte, tra i diversi tributi, la TOSAP (Tassa per l’Occupazione di Spazi e Aree Pubbliche) e il COSAP (il Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche).