Cassano, partito il censimento delle coperture in amianto

L'incarico affidato a una società privata

Il Comune di Cassano d’Adda ha organizzato un progetto di mappatura e censimento delle coperture in amianto – le cui polveri possono causare gravi malattie dell’apparato respiratorio – degli edifici artigianali e produttivi. L’obiettivo è quello di tenere monitorata la situazione delle condizioni di usura delle coperture.

No Banner to display

L’operazione sarà a costo zero per il Comune, che ha affidato la mappatura ad una società privata che fornirà gratuitamente ai proprietari degli immobili le informazioni necessarie e un elenco della documentazione obbligatoria.

«La medesima società – si legge in una nota del Comune – potrà poi liberamente proporre, senza alcun obbligo di accettazione per i proprietari degli immobili oggetto della mappatura ma a seguito di una autonoma offerta economica, la propria assistenza tecnica e supporto per la redazione e completamento della documentazione eventualmente mancante, informando in merito a possibili sgravi fiscali o contributi specifici».

Gli obiettivi dell’operazione

«Con questo progetto l’Amministrazione, senza oneri economici a suo carico, intende attuare una precisa mappatura dell’amianto presente presso le attività economiche esistenti, affinché i proprietari mantengano un corretto monitoraggio dell’amianto come prescrivono le norme di legge, senza dover incorrere in sanzioni o pericoli per la salute pubblica – prosegue la nota   L’azione del Comune non vuole essere coercitiva o sanzionatoria ma bensì informativa e di consapevolezza sulla gestione del rischio amianto».