Anche il Pd di Cologno Monzese a sostegno del ddl Zan

Una bandiera arcobaleno fino a quando la proposta non sarà approvata. Intanto ieri, lunedì 12 aprile, un incontro online organizzato dai GD e dai circoli di Cernusco e Carugate

Ph: Pd Cologno Monzese/Facebook

Anche il Partito Democratico di Cologno Monzese ha aderito alla campagna lanciata dal circolo 02PD di Milano che ha invitato tutti i circoli democratici ad esporre una bandiera arcobaleno fino a quando non sarà approvato il disegno di legge Zan, che prevede forme di contrasto specifiche dell’omotransfobia, attraverso una protezione normativa specifica e la previsione di aggravanti quando i reati sono determinati dall’orientamento sessuale della vittima.

No Banner to display

A sostenere subito l’iniziativa è stato il PD metropolitano di Milano. «Ci uniamo alla loro iniziativa – hanno scritto –  e ai tantissimi che chiedono di calendarizzare al più presto e senza ulteriori ritardi il ddl Zan affinché diventi una legge dello Stato che contrasti finalmente l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo». 

Un incontro con l’Onorevole Zan 

Questa non è la prima iniziativa dei Dem della Martesana sul tema. Ieri, lunedì 12 aprile, si è tenuto un incontro online con l’onorevole Alessandro Zan, proponente del disegno di legge, organizzato dai Giovani Democratici Adda-Martesana e dai circoli di Cernusco sul Naviglio e Carugate. Presente anche l’onorevole Simona Malpezzi, capogruppo PD in Senato, che è tornata sul tema in un’intervista rilasciata a Carlo Bertini e uscita oggi sul quotidiano La Stampa «Il ddl Zan contro l’omofobia è una misura di civiltà – ha dichiarato Malpezzi nell’intervista – La Camera ha già dato il via libera ed è un’iniziativa parlamentare che non ha a che fare con l’azione del Governo. Per questo chiediamo che venga calendarizzato».