Segrate, alla residenza Anni Azzurri è arrivata la stanza degli abbracci

Donata dallo SPI Cgil che un mese fa aveva portato una struttura uguale al Golgi di Vimodrone

Dopo quella donata al Golgi Radaelli di Vimodrone (qui il video), lo SPI CGIL ha portato una stanza degli abbracci, struttura gonfiabile dove gli ospiti delle residenze per anziani possono tornare ad abbracciarsi in sicurezza grazie ad una parete divisoria in PVC, alla residenza “Anni Azzuri San Rocco” di Segrate.

Presenti all’iniziativa la direzione della RSA, il segretario dello SPI Segrate Angelo Golin, della provincia di Milano Rosalba Ciero, della Lombardia Federica Trapletti, l’assessore alla Salute Barbara Bianco e il sindaco Paolo Micheli.

«Gli ospiti della RSA dall’inizio della pandemia hanno difficoltà a incontrare amici e parenti. Per diverso tempo sono stati isolati dal mondo esterno per ragioni di sicurezza – ha scritto il sindaco Paolo Micheli – Questo camera gonfiata nel giardino all’ingresso permetterà loro di ricongiungersi anche fisicamente alle persone a cui vogliono bene. Potranno finalmente toccarle e sentirle più vicine – ha concluso – Un regalo speciale molto apprezzato».