«La memoria è come la libertà»: il Sindaco di Bussero ricorda le vittime innocenti della mafia

Da qualche giorno sono state posizionate in giro per Bussero delle sagome bianche in rappresentanza delle vittime, che «parlano con la loro silente presenza»

foto tratta dal video Youtube del Circolo Barzago

Saltata la consueta commemorazione in Piazza Maria Curie a Bussero, che si svolgeva insieme agli altri Sindaci della Martesana, sabato 21 Marzo (Giorno del ricordo delle vittime innocenti della mafia) è stata deposta una corona di fiori sulla scultura dedicata a Peppino Impastato. L’evento si è svolto con la sola partecipazione del Sindaco Curzio Rusnati, del Circolo familiare Angelo Barzago, del Circolo Legambiente La Poiana, Giovani Bussero.

No Banner to display

La memoria è azione quotidiana

Prima di posare la corona di fiori sul monumento, il Sindaco di Bussero Curzio Rusnati ha ricordato il valore della memoria, che sopravvive grazie all’impegno quotidiano di ogni cittadino. «Parlo a nome dei colleghi Sindaci della Martesana-ha detto il Sindaco- oggi è giorno di memoria, di vittime di violenza, sopruso, inciviltà; ma la memoria è come la libertà, come l’amore, come dio, non esiste se non è esperienza, se non è azione e quotidiana applicazione». 

Sagome bianche in giro per Bussero, un monito: «non abbassare mai la guardia»

In occasione del “Giorno del ricordo delle vittime innocenti di mafia” sono state posizionate in giro per Bussero delle sagome bianche, personificazione delle vittime. « Stanno in mezzo a noi, con noi, sono parte di noi e della nostra comunità civile– ha continuato nel suo discorso il Sindaco- ci avvisano di non abbassare mai la guardia, mai, soprattutto nei momenti difficili e d’emergenza come quello che stiamo vivendo, quando l’attenzione si sposta e le occasioni per le mafie crescono. Ci parlano (le sagome bianche, ndr) con la loro silente presenza. è un suono lieve e un messaggio per la nostra anima, per l’anima di questo paese, per non dimenticare mai».

Foto di Thomas Livraghi
Foto di Thomas Livraghi

 

È possibile recuperare il discorso del Sindaco davanti alla scultura dedicata a Peppino Impastato a questo link.