Enjoy si associa a EPSI: ecco i nuovi progetti per giovani, anziani e disabili

Il centro sportivo cernuschese ha avviato una collaborazione con il network europeo per l'innovazione sportiva, e con lui ha dato vita a nuove iniziative

Matteo Gerli, AD di Enjoy Center

Enjoy Sport non si ferma: dopo la messa a punto del servizio di riabilitazione cardiorespiratoria e il ciclo d’incontri Mettici il cuore, l’ultima delle iniziative del centro cernuschese riguarda la collaborazione avviata con EPSI (European Platform for Sport Innovation), un’associazione che riunisce a livello europeo aziende e realtà che fanno dell’innovazione sportiva il cuore della propria attività. Grazie a questa unione sono tre i progetti presentati dal centro sportivo, dedicati a giovani, anziani e disabili.

Enjoy si associa ad EPSI: ecco di cosa si occupa il network europeo per l’innovazione sportiva

L’associazione EPSI sostiene e mette in contatto realtà che operano nel settore dello sport, del benessere, del medicale e della ricerca, aiutandole a presentare progetti innovativi alla commissione europea, al fine di ottenere i fondi necessari per realizzarli. Enjoy è una delle due aziende italiane attualmente associate.

I progetti di innovazione sportiva di Enjoy

«Il primo progetto presentato, già attivato in passato e interamente autofinanziato, riguarda l’attività giovanile» raccontano da Enjoy. «Abbiamo organizzato lezioni con le classi quarta e quinta superiore dell’Istituto ITSOS di Cernusco con lo scopo di presentare ai ragazzi il fitness praticato in palestra come vera e propria attività sportiva, utile per stare bene sia fisicamente che mentalmente, e non solo come strumento per perseguire la “forma fisica perfetta”. L’idea di questo progetto è trasmettere ai giovani lo sport come stile di vita, incentivandoli al movimento attraverso allenamenti divertenti e condivisibili con gli amici. Il progetto prevede in futuro anche l’inserimento di strumenti tecnologici utili per l’allenamento». Ma non è tutto: «Proprio a questo proposito, c’è un altro progetto di EPSI a cui ci stiamo affiancando: “Exergame”, ovvero l’esercizio fisico con l’ausilio degli e-games. Si tratta un progetto ambizioso per il quale sono richieste strumentazioni e competenze all’avanguardia, il fine ultimo del progetto è limitare l’abbandono giovanile del mondo dello sport e al contrario, aiutare i giovani a ritrovare l’entusiasmo per il movimento.

Il secondo progetto presentato da Enjoy – in attesa dei fondi necessari alla sua realizzazione – riguarda invece gli anziani: «Si tratta di uno studio sperimentale che coinvolgerà 20 pazienti, avente lo scopo di dimostrare i benefici portati dall’attività fisica in persone anziane con malattie croniche degenerative, come ipertensione e diabete. Dopo un check medico iniziale, i pazienti vengono accompagnati da personal trainer e fisioterapisti in un percorso della durata di sei mesi, durante i quali i progressi vengono costantemente monitorati con visite mediche mirate».

Il terzo progetto è quello della Superleague, il torneo di calcio integrato che da diversi anni Enjoy organizza in primavera. Purtroppo l’anno scorso non ha avuto luogo a causa della pandemia, e sembra che anche quest’anno i ragazzi non potranno tornare a indossare le loro maglie. «Il torneo vede scendere in campo squadre miste formate da persone con disabilità, facenti parte delle cooperative sociali e delle onlus del territorio, e persone normodotate dipendenti delle aziende locali.»