Cernusco, prosegue la ristrutturazione di Villa Alari

Da maggio una nuova tranche di interventi. Il sindaco Zacchetti: «Proseguiamo nell'aggiornare costantemente la nostra visione di quello che vorremo essere quando i vaccini sconfiggeranno questo virus»

Un passo avanti per i lavori di riqualificazione di Villa Alari, partiti nel 2016 con un accordo di programma tra Comune, Regione e Soprintendenza. Stanno infatti per partire gli interventi di ristrutturazione degli zoccoli della facciata, ai quali si aggiungeranno quelli di rifacimento e restauro di 115 serramenti esterni, per un costo complessivo di 744.800 euro, finanziati dal Comune e da una parte del contributo di 300.000 euro totali messo a disposizione dal Governo con la  legge di bilancio 2020.

No Banner to display

«Appena le norme Covid lo consentiranno, le aree esterne potranno così diventare pienamente luoghi di cultura, proprio come immaginavamo all’inizio di questo mandato amministrativo – ha dichiarato l’assessore al patrimonio Paolo Della Cagnoletta – In più, gli uffici comunali sono già al lavoro per progettare anche il primo intervento che riguarderà l’interno della villa, in particolare la rifunzionalizzazione della sala centrale del piano rialzato, che consentirà non solo di collegare il cortile d’onore e il parco verso il naviglio in un affascinante percorso, ma renderà la stessa sala ulteriore luogo di eventi».

Inizio dei lavori a maggio

L’inizio dei lavori è previsto per maggio e, salvo rallentamenti dovuti alla pandemia, dureranno 6 mesi.

«Insieme alla gestione dell’emergenza, che purtroppo ormai da più di un anno ci ha coinvolto e richiesto grandi sforzi, proseguiamo nell’aggiornare costantemente la nostra visione di quello che vorremo essere quando i vaccini sconfiggeranno questo virus e lavoriamo per realizzarla – ha proseguito il sindaco Ermanno Zacchetti –  Pronti a ripartire in una Cernusco ancora più bella, ricca di luoghi attrattivi che la migliorino sia sotto il profilo paesaggistico che culturale e turistico».