Un pioltellese alla guida della Federazione Ciclistica Italiana

Cordiano Dagnoni è il nuovo presidente eletto il 21 Febbraio a Roma

Cordiano Dagnoni, pioltellese, è il nuovo presidente della Federazione Ciclistica Italiana eletto il 21 Febbraio nell’Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva a Roma.  Il dirigente lombardo, 56 anni, è stato tecnico di pista, consigliere e negli ultimi quattro anni, 2017-2020, presidente del Comitato regionale della Lombardia. 128 sono i voti ottenuti con il 56,28% contro Silvio Martinello che ha ottenuto 96 voti con il 41,92%.

Dagnoni: «Importante ricompattare tutto il movimento»

Cordiano Dagnoni è figlio di Mario Dagnoni, imprenditore meccanico che nel ciclismo era noto come pilota nelle gare di derny. Cordiano Dagnoni ha un passato da pistard e una lunga dirigenza in ambito sportivo, ha conquistato dieci titoli italiani e tre europei come pilota di derny, una gara di endurance che si disputa su distanze tra 25 e 40 km che deriva dalla particolare motocicletta a pedali, il derny, utilizzata dall’allenatore pilota di ciascun partecipante con l’obiettivo di sfruttare la scia. 

Cordiano Dagnoni, attualmente, ricopre il ruolo di amministratore delegato della Dagnoni Group.

«Sono veramente emozionato, adesso inizia il bello – ha commentato Cordiano Dagnoni – Sono convinto di poter fare un bel lavoro, ripeto che è importante ricompattare tutto il movimento. Adesso togliamo la cravatta e giù…il 13». 

Sono stati eletti in qualità di vicepresidenti Carmine Acquasanta, vicario, Ruggero Cazzaniga, Norma Gimondi e in qualità di consiglieri Fabrizio Cazzola, Giovanni Vietri, Gianantonio Crisafulli, Fabio Forzini, Chiara Teocchi, Giancarlo Masini e Serena Danesi.

«Orgoglio pioltellese! – ha commentato Ivonne Cosciotti sindaca di Pioltello – Un ruolo importante ed eccellente per chi lo sport non solo lo ha praticato ma ha anche saputo valorizzarlo ad ogni livello. Di padre in figlio da Mario a Cordiano, avanti ogni giorno! Complimenti».

Augusta Brambilla