Lombardia, scattano le misure anti smog

Superati i livelli medi di polveri sottili

In Lombardia peggiora la qualità dell’aria e da domani, martedì 23 febbraio, scatteranno le misure anti smog temporanee di primo livello in tutte le province, tranne Sondrio. In provincia di Milano (come in quella di Monza e Brianza, Varese, Como e Lecco) i livelli medi di polveri sottili hanno superato il limite di 50 µg/m³ per il 4° giorno consecutivo. Ancora peggio va nelle province di Cremona, Lodi, Mantova e Brescia, dove il livello è stato superato per 5 giorni di fila.

Divieto di utilizzo delle auto di classe fino a euro4 diesel

Nei comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti – oltre a quelli che hanno aderito su base volontaria – da domani, martedì 23 febbraio, sarà vietato utilizzare auto di classe fino a euro4 diesel dalle 8.30 alle 18.30.

Altre misure

Per quanto riguarda il riscaldamento, in tutti i Comuni delle province dove sono attive le misure è vietato utilizzare generatori di calore domestici a biomassa legnosa in presenza di impianto di riscaldamento alternativo con emissioni inferiori o uguali a 3 stelle. All’interno degli edifici la temperatura può essere portata fino ad un massimo di 19°C, con una tolleranza di 2°C.

Alcune restrizioni riguardano anche le attività agricole. Sono assolutamente vietate le combustioni all’aperto di residui vegetali, falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio. Vietato inoltre lo spandimento dei reflui zootecnici, salvo iniezione diretta o interramento immediato.